giovedì 1 marzo 2012

Aperte le iscrizioni al nido! Bando e mappa (e le problematiche del quartiere)


Le iscrizioni ai nidi comunali per l'anno educativo 2012-2013 sono aperte dal 1° marzo al 30 marzo 2012.
I nidi comunali accolgono bambine e bambini residenti nel territorio di Roma Capitale, appartenenti a nuclei familiari con almeno un genitore/tutore/affidatario residente nel territorio di Roma Capitale.

Si possono iscrivere le bambine e i bambini nati dal 1° gennaio 2010 e quelli la cui nascita avverrà entro il 31 maggio 2012.
In questa pagina del sito del Comune di Roma il bando e le modalità di iscrizione che quest'anno si può fare anche on line.

Il Comitato ha provveduto ad elaborare una mappa su google con tutti gli Asili nido Comunali e convenzionati del Municipio VIII. L'elenco delle strutture è comunque scaricabile qui



Visualizza Asili Nido VIII in una mappa di dimensioni maggiori

 Da questa mappa è facile evincere come rispetto ad altri territori del Municipio siamo messi abbastanza male. Pochi posti rispetto all'altissima domanda di un territorio pieno di nuove nascite. Se non si rientra nella struttura che abbiamo all'interno del nostro quartiere è difficile raggiungere altri asili nido molti km di distanza nelle ore di punta.


Recentemente sul giornalino del quartiere viapontedinona è stata pubblicata una interessante statistica sulla base di dati provenienti dalla parrocchia di nuovo Ponte di nona. Uno splendido record: siamo arrivati a 850 bambini in 6 anni. Sono dati che mettono in evidenza un fatto conclamato. A nuova Ponte di nona vengono ad abitare per lo più giovani coppie che vogliono mettere su famiglia e non possono permettersi di abitare in quartieri più costosi di Roma. In effetti è un quartiere che ha un buon rapporto qualità prezzo, in termini di costruzioni, assenza di traffico interno, un parco per i bambini. 

Le coppie che metteno al mondo un bambino tuttavia una volta venute ad abitare a Ponte di nona si scontrano con il difficile mondo degli asili nido e della scuola in generale. A un così alto numero di bambini messi al mondo nel nostro quartiere (probabilmente si tratta di un record) non corrisponde un adeguato numero di posti di asili nido. Anzi il numero dei posti è pressochè ridicolo. Il paradosso è di tutto il Municipio VIII che ha raggiunto il record negativo, rispetto agli altri Municipi, delle liste di attesa. 

Ma se il problema riguarda tutto il Municipio vi lascio immaginare cosa capiti nel nostro quartiere. Praticamente, leggendo le ultime graduatorie, per una coppia standard con due stipendi, un mutuo da pagare e un piccoletto appena nato è impossibile iscrivere il pargolo all'asilo nido comunale. Di qui, il dramma. La peculiarità del nostro quartiere sta nel fatto che è un'isola nata nella campagna mal collegata con altri quartieri dello stesso municipio. Se non si trovano i servizi nel nostro quartiere diventa impossibile servirsi di quartieri limitrofi. Raggiungere Tor bella monaca, ma anche Colle Prenestino la mattina solo per accompagnare la prole a scuola diventa impossibile. Ci sarebbe la possibilità degli asili privati, direte voi. Si paga, ma è l'extrema ratio. Neanche per sogno. A Nuova Ponte di nona non esistono asili nido privati. Bisogna recarsi a Prato fiorito, Castelverde, Case rosse  e via dicendo. Chi ha dei nonni se li tenga stretti, in attesa che qualche amministratore di buon senso faccia una seria programmazione sul territorio dei posti messi a disposizione avvantaggiando le aree periferiche del quartiere che sono il futuro di Roma



Acr Ponte di nona: prima festa del quartiere

L'associazione culturale ricreativa Ponte di nona propone, per il primo di luglio,  la prima festa del quartiere 10:00  – apertura s...