giovedì 30 ottobre 2014

Situazione nidi. Resoconto della commissione LLP



Situazione nidi. Questo è il resoconto della commissione LLP presieduta da Dario Nanni tenutasi in data 27 ottobre 2014:


1) Asilo nido di Via Crocco (zona Ponte di Nona Roma Est): i lavori di realizzazione del nuovo edificio sono terminati nel periodo estivo e si sono concluse le attività di acquisizione delle certificazioni e dei collaudi relativi al fabbricato ed agli impianti tecnologici di servizio. Nei prossimi giorni sono previsti i sopralluoghi dei funzionari del Dipartimento Patrimonio per la verifica della conformità e regolarità della documentazione al fine dell’acquisizione dell’edificio al patrimonio di Roma Capitale. Successivamente una volta entrata nell’elenco patrimoniale la struttura sarà affidata al Dipartimento Scuola per l’organizzazione dell’affidamento dei servizi didattici mediante un contratto di concessione con un soggetto privato selezionato con specifica gara di appalto.


2) Asilo nido di Via Montagano (zona Villaggio Prenestino): la costruzione del fabbricato è ancora in fase di completamento ad opera del Dipartimento Periferie in quanto la sua realizzazione è prevista nell’ambito delle opere di urbanizzazione a scomputo degli oneri concessori. Non sono ancora stati attivati gli adempimenti necessari per l’acquisizione di certificazioni e collaudi previsti per ottenere l’agibilità del fabbricato. Successivamente si dovranno avviare i sopralluoghi dei funzionari dei competenti Dipartimenti di Roma Capitale per la verifica della conformità delle opere ai requisiti tecnici richiesti in fase di approvazione del progetto. Nel frattempo il Municipio VI ha inoltrato la richiesta per la creazione di una scuola per l’infanzia in alternativa all’asilo nido in quanto più rispondente alla attuali esigenze del territorio. Il Dipartimento scuola non ha ancora assunto decisioni in merito alla verifica tecnica di una trasformazione dell’edificio in costruzione o all’attivazione delle procedure per la realizzazione di una nuova struttura.

3) Scuola materna nel piano di Zona di Lunghezzina 2: il progetto presentato dagli operatori ha ottenuto il parere favorevole del Dipartimento SIMU che tardava da tempo, ed ora si attende l’atto definitivo di approvazione di competenza del Dipartimento Urbanistica dopodiché sarà possibile avviare i lavori di costruzione.

mercoledì 29 ottobre 2014

Il cdq in Campidoglio, ammesso il fallimento sulla questione roghi. Promesse azioni più incisive



A seguito delle nostre richieste, ieri pomeriggio il vice capo di gabinetto del sindaco nonché delegato alla sicurezza dott.ssa Matarazzo, alla presenza del Vice Comandante della Polizia Municipale Di Maggio Dirigente U.O. Gruppo Sicurezza Pubblica ed Emergenziale ha incontrato il Comitato di quartiere sulla questione roghi del campo di salone. Due donne agguerrite, Elisa Cherubini e Chiara del Guerra, in rappresentanza dei pontenonini, hanno manifestato tutto il disagio circa il problema e denunciato il fallimento delle misure adottate sino ad ora. La dott.ssa Matarazzo ha ammesso il fallimento della amministrazione su questo tema. E' sotto gli occhi di tutti che la situazione è addirittura peggiorata, soprattutto negli ultimi tempi. Pertanto la Matarazzo ha promesso azioni più incisive, già nel breve periodo, sulla quali ha tuttavia chiesto riserbo. L’intenzione poi è quella di costruire delle infrastrutture che non consentano ai furgoni (che portano rifiuti) di non accedere al campo e di chiudere (dopo tanto tempo avrebbero i fondi per farlo) la stradina adiacente, utilizzata per scaricare i rifiuti e accendere i roghi.
La dott. Matarzzo ha ordinato allo SPE di organizzare un presidio fisso sul posto. Il Vice Comandate ha denunciato la difficoltà a causa delle carenze di organico. Il comitato di quartiere non vuole aspettare oltre vuole vigilanza e non vuole piu i roghi. Se nel breve periodo non risolveranno la situazione passerà ad azioni più incisive quali il ritorno in piazza e denunce per omessa vigilanza, vista l'attuale assenza del presidio fisso sul posto. Se non ci sono risorse per difendere la salute delle persone, devono chiudere il campo. La salute è un bene primario che viene prima di tutto.

Subito dopo l'incontro abbiamo appreso la risposta del Sindaco Marino all'interrogazione presentata dal Movimento 5 stelle sulla questione roghi. La risposta è stata ridicola. Nella risposta  appare che la situazione è sotto controllo quando invece a detta della stessa delegata alla sicurezza la questione è tutt'altro che risolta.
Nella risposta si fa menzione di un servizio di portierato che non serve a nulla. L'unico modo per poter gestire un villaggio del genere è inserire un presidio di polizia all'interno del campo che possa controllare h24 il campo e le zone limitrofe. Se non ci sono risorse utilizzassero l'esercito come prescritto dalla legge sulla terra dei fuochi.

lunedì 20 ottobre 2014

roghi di salone: la misura è colma!

Il comitato di quartiere torna alla carica per contrastare questa piaga che affligge le nostre terre, come sta ormai facendo da anni. Esposti, manifestazioni, interventi nei mass media e nei giornali, incontri con i politici. Ma i roghi sono ancora qui danneggiare la salute nostra e dei nostri bambini. La misura è ormai colma. Agro romano a est di Roma trasformato in terra dei fuochi. Le azioni del tutto inefficaci da parte di Roma Capitale non hanno risolto minimamente il problema.  Milioni di euro pubblici investiti per creare una favelas in mezzo a quartieri di nuova costruzione, fucina di criminale. I nostri complimenti. Un fallimento totale. Basta leggere i rapporti annuali della Polizia di Roma Capitale. Traffico illegale di rifiuti, smaltimento tossico mediante l'accensione dei roghi. E la nostra salute messa in grave pericolo. Il Comune di Roma è complice. Una emergenza, una priorità. totalmente trascurata dalle Istituzioni, al di la di impegni di facciata. Se volessero impedirebbero questo fenomeno nel giro di poco tempo. Esercito a presidio, raccolta costante dei rifiuti, bonifiche, arresti. Basterebbe investire le risorse adeguate.
Domani il Comitato torna in Campidoglio portando nuovamente  il disagio dei cittadini per i roghi provenienti dal campo Nomadi di via di Salone e chiederanno conto degli scarsi risultati ottenuti finora e dei futuri interventi che saranno intrapresi per la risoluzione definitiva del problema.

Per conoscere i risultati di questo incontro e per stabilire assieme cosa fare contro questa piaga ci vediamo sabato 25 ottobre alle ore 10.30 al Parco di Ponte di nona (Via Chiodelli Via Conti) alla piazzetta interna.

mercoledì 15 ottobre 2014

Incontriamoci


Vuoi partecipare alle battaglie del Comitato di quartiere? Vuoi fornire utili suggerimenti e avanzare proposte? Incontriamoci Sabato 25 ottobre alle ore 10.30 alla piazzetta del parco di Via Chiodelli/Via Conti. 
Il Comitato è aperto a tutti, il comitato sono gli abitanti di Ponte di nona. Il direttivo vi terrà informati sull'attività effettuata e ascolterà i cittadini sulle iniziative da intraprendere. Parleremo sicuramente della questione roghi di Salone e della questione scuole di ogni ordine e grado.

lunedì 13 ottobre 2014

Retake Nuova Ponte di nona. I cittadini puliscono un intero quartiere. Ma l'AMA dove sta?

I cittadini scendono in strada. Non è il solito corteo per protestare sulla mancanza di servizi, ma è una forma particolare di protesta attiva. Il cittadino non protesta e aspetta, il cittadino contribuisce in prima persona alla pulizia del proprio quartiere e nello stesso tempo denuncia la scarsa efficienza dei vari servizi atti ad assicurare il decoro delle strade. Una forma particolare di protesta che non preclude la possibilità di protestare nella maniera classica ma è al tempo stesso un’evidenziazione della totale assenza dell’AmaRoma e un atto di amore per il proprio quartiere che non può più aspettare di essere salvata da qualche politico con azioni sporadiche.

Alcuni pontenonini hanno deciso di aderire al movimento RetakeRoma e Lunedì 8 settembre con il primo incontro tra dieci volontari nasce ufficialmente il gruppo locale di volontari del decoro. I primi traguardi raggiunti sono stati di gran lunga superiori alle aspettative. Diserbo dei piazzali davanti la scuola primaria e scuola dell'infanzia, pulizia del parco Gastinelli e di diserbo di molte strade del quartiere.

Ma uno dei traguardi più alti é stata la partecipazione delle persone, residenti del quartiere e del centro rifugiati Namaste coinvolti grazie ad un incontro promosso dal comitato di quartiere. Abbiamo il difficile compito di aiutarli nella fase di integrazione ma abbiamo anche un grande aiuto .

Ad un mese dalla nascita del gruppo RetakeRoma Nuova Ponte di Nona sono stati fatti ben 9 incontri, abbiamo acquistato molto materiale per operare, abbiamo avuto un piccolo supporto da parte di AmaRoma con materiale e con raccolta dei sacchi che accantoniamo al termine del Retake.

Il gruppo si vede ogni sabato mattina alle ore 09.00 nelle strade del quartiere. Per maggiori informazioni potete iscrivervi al gruppo Facebook RetakeRomaNuovaPontediNona, o scrivere all’email  retakepontedinona@gmail.com


venerdì 10 ottobre 2014

Sindaco, Presidente del Municipio, aprite il nido di Via Crocco a Ponte di nona



Il Comitato di quartiere si è rivolta al Sindaco e al Presidente del Muncipio per l'apertura di una struttura recentemente costruita nel quartiere. E' una anno che è pronta ma è vergognoso che ancora non sia stata aperta! Proprio nel posto dove sussiste il record per le liste di attesa. Vogliamo l'apertura del nido di Via Luigi Crocco!!!! Le famiglie stanno aspettando l'attuazione delle promesse della campagna elettorale. Una città a misura di bambino



Al Sindaco di Roma Capitale


Al Presidente del Municipio VI


e per conoscenza


al Presidente della Commissione scuola Roma Capitale
Presidente della Commissione Scuola Municipio VI
Presidente della Commissione urbanistica Roma Capitale
Presidente della Commissione urbanistica Municipio VI


In qualità di Presidente del Comitato di quartiere, scrivo a alle massime autorità del Comune di Roma e del Municipio a nome di tutte le famiglie del quartiere che devono pagare l'esosa retta di un asilo nido privato perchè non sono rientrati nel nido comunale. A Ponte di nona quartiere entrare nel nido comunale è molto difficile. Le liste di attesa sono lunghissime e deteniamo un record in tutta Roma, complice la presenza di numerose coppie con bimbi piccoli e la carenza di strutture adeguate. Due genitori che lavorano con un figlio piccolo sono matematicamente fuori. E questa è una ingiustizia perché in altre parti di Roma non è così.


La cosa che fa ancora più rabbia è l'esistenza di un nido, finito di costruire l'anno scorso, in base alla Convenzione urbanistica M2 Lunghezza-Ponte di nona (con la quale è stato costruito il centro commerciale Roma est) come opera a scomputo, in Via Luigi Crocco. Tale struttura non è mai stata aperta!!!


Chiediamo di aprire il nido di Via Crocco nel più breve tempo possibile. E' inaudito che strutture pronte non debbano essere utilizzate.


In attesa di un riscontro auguriamo cordiali saluti e buon lavoro


Bruno Foresti,
presidente cdq Nuova ponte di nona

Precisazione dei Comitati su manifestazione al quartiere esquilino

Su un articolo del Tempo si legge "Basta! Le periferie scendono in piazza. Roghi tossici nei campi rom, immigrazione fuori controllo, furti, rapine, violenze I «comitati di quartiere» si mobilitano per la prima volta. Capofila Ponte di Nona". 

Si precisa che l'articolo fa riferimento ad una manifestazione organizzata dal Caop e non dal Comitato di quartiere Nuova Ponte di nona. E che i comitati di quartiere delle zone ivi citate (Ponte di nona, Villaggio Prenestino, Giardini di corcolle) non hanno aderito. Conseguentemente, Il Comitato di quartiere nuova Ponte di nona, quello di Villaggio Prenestino, e quello di Giardini di Corcolle, (zone citate nell'articolo) hanno chiesto una rettifica al Tempo, in quanto nell'articolo si alludeva ad un partecipazione dei Comitati di Quartiere alla manifestazione indetta dal CAOP il prossimo 15 novembre.

Oltre a non aver ricevuto nessun invito, ne essere stati contattati da rappresentanti del CAOP, non crediamo sia opportuno come Comitato che si reputa apartitico, partecipare ad una delle tante manifestazioni che si organizzano a Roma a chiaro stampo politico e di parte. Siamo contenti che le forze politiche e i movimenti di opinione politica, come il Caop, si occupino delle periferie, ovviamente ognuno secondo la propria visione politica ma, come più volte ribadito, il ruolo del Comitato di quartiere è un altro e non può essere accostato a movimenti politici di estrema destra o estrema sinistra a seconda del caso.

mercoledì 1 ottobre 2014

MATERNA SI ASILO DI VIA LUIGI CROCCO ANCORA NO. Il MUNICIPIO, IN PRIMA LINEA SULLA QUESTIONE SCUOLA, SI STA BATTENDO PER' PER LA QUESTIONE SCOLASTICA


Come vi abbiamo comunicato, a giorni apre una materna nel nostro quartiere. Frutto di una battaglia dei cittadini. E' stata importante il ruolo avuto da Municipio in questi mesi. Su Prampolini sono state fatte molte commissioni e sopralluoghi anche a livello municipale. Ci riferisce l'assessore alla scuola Di Maso, che ringraziamo per la sua disponibilità ad ascoltare tutti e ad attivarsi per quanto di sua competenza, che centinaia di chiamate, messaggi ed e-mail sono arrivate all'amministrazione Municipale, la quale ha sempre dato una risposta. Molte sono state le segnalazioni inviate dal Municipio al Sindaco, all'Assessore capitolino e al Dipartimento e sono stati fatti accordi e incontri mensili sulla questione scuole del nostro territorio. Una battaglia è stata vinta ma è solo l'inizio. Ora ci aspetta quella dell'asilo nido a Via Luigi Crocco, sul quale non abbiamo dubbi che il Municipio si attiverà come ha sempre fatto. Il nido di Via Crocco si trova nei pressi del centro commerciale ed è fondamentale per il nostro territorio, viste le interminabili liste di attesa. E' una struttura già pronta ma non utilizzata. I cittadini di Ponte di nona e del versante prenestino, facendo un appello a tutti i politici e gli amministratori, ne chiedono l'apertura!!!

giovedì 25 settembre 2014

LA SCUOLA DELL'INFANZIA PRAMPOLINI APRE! UNA VITTORIA DEI COMITATI E DEI CITTADINI




La scuola dell’infanzia Prampolini apre!!! L’ufficio scuola del VI Municipio già sta effettuando le chiamate, attingendo dalle graduatorie delle due scuole del quartiere. Altre 3 sezioni a disposizioni per il nostro bacino d’utenza che ha il triste primato di essere quello più affollato di bambini in liste d’attesa. E’ una vittoria dei Comitati di quartieri e di cittadini che si sono battuti in ogni modo per ottenere ulteriori posti per la scuola dell’infanzia. Assemblee sulla scuola, manifestazioni di piazza e infiniti incontri, sopralluoghi e telefonate con i politici. La manifestazione organizzata dai Comitati a maggio dello scorso anno termino proprio a Via Prampolini, dinanzi alla scuola per chiederne l’apertura.
La storia di Prampolini è lunga e travagliata: la struttura è ubicata nel quartiere Ponte di Nona, ma è gestita dall’IC Ponte di Nona Vecchio, e circa 3 anni fa viene scoperto per caso, da alcuni cittadini, che il pianterreno non era utilizzato.
Il pianterreno della Scuola Prampolini era composto da diverse aule, una cucina semi arredata, e una grande aula “magna” con una pendenza inusuale. I bagni, alcuni addirittura presenti all'interno delle aule stesse, risultavano non adatti a bambini dai 3 ai 5 anni, quindi per poterla utilizzare come scuola materna si è dovuto provvedere a lavori di “adattamento” per utilizzarla come tale.
La precedente amministrazione viste le richieste dei cittadini (Il Consigliere Municipale Fonti partecipò ai primi sopralluoghi) stanziò i fondi. Ci è voluto del tempo per mettere d’accordo l’amministrazione locale e la preside dell’IC, restia nel concedere il piano per un uso diverso da quello previsto che purtroppo per almeno 3 anni è rimasto inutilizzato. Si è passati poi, con l’attuale amministrazione, e in particolare con il Presidente della Commissione lavori pubblici Dario Nanni che si è prodigato anima e corpo per questa vicenda, all'approvazione del progetto di adeguamento (trattasi di 3 aule per una capienza stimata di circa 60 bambini). Quindi lo scorso ottobre è stata indetta una gara pubblica per la realizzazione dei lavori. Finalmente i lavori sono iniziati a marzo per terminare a giugno.
L’apertura per quest’anno era non era sicura. Ricordate le mail che molti di noi hanno inviato per fare aprire la struttura sia come Comitato che come cittadini. sono state fatte diversi solleciti sia all’Assessore Cattoi che al vice sindaco Nieri per chiedere di provvedere al personale didattico e Ata, nonché degli arredi, dato che la scuola ne era sprovvista. Sia per evitare che i lavori fossero stati eseguiti invano sia per aiutare qualche famiglia che oggi è costretta a rivolgersi alle strutture private o a spostarsi verso altri quartieri.
Oggi il municipio ha iniziato a chiamare i bambini rimasti in lista nelle due graduatorie di Simpatiche Canaglie e Scarpe Sciolte, così alcune famiglie riusciranno finalmente a mandare i propri figli alla scuola comunale di zona.
Un ringraziamento particolare spetta al Presidente della commissione lavori pubblici Dario Nanni per la costanza e l’impegno, nonché il dipartimento scuola del Comune per la parte tecnica, al personale del Municipio e tutti coloro che nonostante tutto non hanno mai mollato!

Ora continua un'altra importante battaglia relativa all'apertura del nido di Via Luigi Crocco e all'emergenza scuole dell'obbligo. Uniti si vince. Rimanete collegati per future iniziative.

mercoledì 16 luglio 2014

Nuovo e grande parco pubblico a ponte di nona, con i resti della collatina antica




Buone notizie per gli abitanti del quartiere e per tutti gli abitanti dell'area Prenestina. Proprio in questi giorni abbiamo scoperto che la soprintendenza sta vigilando sui lavori di scavo dell'antica Collatina, recentemente riemersa in una zona verde all'interno del quartiere. In realtà gli scavi sono propedeutici alla realizzazione di un parco pubblico attrezzato del Comune di Roma, effettuato dal gruppo Bonifati, quello che costruì il centro commerciale.

Si tratta della vasta zona verde a sinistra di via Grappelli, andando verso il centro commerciale. Fino al laghetto, più a valle.

La convenzione urbanistica Ponte di nona Lunghezza M2 prevedeva come opera a scomputo proprio il parco archeologico, ma ancora non si era visto nulla nonostante fossero passati alcuni anni dall'apertura di Roma est. Invece pare che adesso sia la volta buona.
Gli scavi archeologici dovrebbero ultimare entro ottobre. Subito dopo inizieranno quelli per la realizzazione di tutto il parco, che il gruppo di Bonifati conta di realizzare nell’arco di un anno. Consegna prevista, quindi, entro dicembre 2015.

Il parco prevede percorsi pedonali, la piantumazione degli alberi, la posa dell'erba, l'impianto di irrigazione, l'area fitness con attrezzi ginnici, area giochi per bambini, con al centro la collatina antica. Anche l'area del laghetto dovrebbe essere sistemata.

Nostra cura sarà acquisire il progetto ufficiale al fine di verificare e monitorare la pronta realizzazione. Vigileremo affinché questi fondi pubblici siano spesi bene e che sia prevista una manutenzione del parco e soprattutto dei preziosi reperti archeologici

Questa opera dà lustro al nostro quartiere a tutta la zona e anche al Municipio. Verde archeologia e abitare integrati al servizio del cittadino Accessibilità del verde  dei reperti archeologici e realizzazione di spazi pubblici. Tutto questo è possibile in periferia e sarà realizzato a ponte di nona, il quartiere dei parchi.

martedì 15 luglio 2014

Ponte di nona, Tratto di strada romana appena rinvenuto





Tra il quartiere Nuova Ponte di nona, il Centro commerciale roma est e il laghetto, c'è una ampia zona verde dove nelle ultime settimane hanno effettuato degli scavi. E' venuta alla luce un tratto di strada romana perfettamente conservata. Nei prossimi giorni daremo ulteriori informazioni sull'argomento, sugli eventuali progetti presenti in loco e sull'attività del comitato di quartiere. Intanto godetevi questa meraviglia, che dà lustro a tutta la zona. Alcuni sostengono che sia l'antica Collatina che portava da Roma a Collatia. Studi più recenti ritengono che Collatia si trovasse nei pressi de La Rustica. Tale strada potrebbe essere invece un arteria di collegamento tra Collatia e Gabii, importante città preromana e ancora fiorente durante l'epoca repubblicana

http://roma.repubblica.it/dettaglio/collatina-riaffiora-lantica-strada-romana/1792056

In passato sono stati ritrovati altri tratti di questa strada. Un tratto vicino allo studentato (Via Cicali / Via collatina) , rinvenuto dal consorzio quando fu costruito il quartiere, ormai abbandonato a se stesso e scomparso di nuovo sotto la fitta vegetazione e la terra. Un altro nel fosso Benzone, in mezzo ad un bosco, anch'esso in totale stato di abbandono.

Il Comitato di quartiere si batterà affinché questo tratto di  strada romana antica non venga abbandonato come quelli precedentemente trovati, anzi sia l'occasione per creare un modello nuovo e moderno di integrazione tra antica città, verde, e nuove costruzioni.

Fermata fr2. Progetto esecutivo pronto. A settembre il bando di gara

Roma, 14 lug (Prima Pagina News) Oggi nella seduta di Commissione LL.PP. è stato presentato da parte di FRI il progeto esecutivo della stazione ferroviaria di Ponte di Nona. Ad affermarlo in una nota il Consigliere capitolino Dario Nanni, Presidente della Commissione LL.PP.. Durante la seduta, alla quale erano presenti anche rappresentanti dei cittadini, è stato fatto il punto su tempistica e procedura di questo importante progetto per la mobilità del quadrante est di Roma. Dopo al verifica e la preparazione della documentazione tecnico - amministrativa, nel mese di Settembre, si procederà con l'avviso del bando di gara, per la futura assegnazione dei lavori. Questa procedura secondo le norme di legge richiederà 5/6 mesi tra il tempo necessario per la presentazione delle offerte, la verifica delle stesse, la verifica dei requisiti e l'assegnazione definitiva. Tra il mese di Febbraio e quello di Marzo, dovrebbero quindi partire i lavori per un costo stimato di circa 4 milioni di euro, e che dovrebbero concludersi entro un anno. Questa importante infrastruttura permetterebbe a migliaia di cittadini romani e della Provincia, di lasciare il proprio veicolo ed accedere in città con il mezzo pubblico, con risparmio di tempo e di denaro per gli stessi ed un minor inquinamento per la collettività. Ringrazio i responsabili di FRI per la disponiobilità data sino ad oggi - conclude Nanni - e continuerò a seguire questa vicenda con la stessa attenzione con cui ho fatto dallo scorso autunno sino ad oggi, continuando a tenere informati i cittadini sui futuri sviluppi sino a quando questa importante infrastruttura non sarà definitivamente realizzata.

http://www.primapaginanews.it/dettaglio_news_hr.asp?ctg=6&id=245011

martedì 8 luglio 2014

Roghi al Campo Nomadi di via di Salone: Incontro del 26 Giugno 2014 in Campidoglio.

Il 26 Giugno 2014 il Comitato di Quartiere Nuova Ponte di Nona ha partecipato ad un incontro in Campidoglio per discutere la questione del campo nomadi di Via di Salone. Oltra alla Dottoressa Matarazzo, delegata del Comune di Roma alla sicurezza, erano presenti il Comandante della Polizia Roma Capitale VI Gruppo Torri, altri rappresentanti del VI Gruppo Torri, un rappresentante della Polizia Roma Capitale - Gruppo Sicurezza Pubblica ed Emergenziale e un rappresentante delle politiche sociali. Il rappresentante del Gruppo S.P.E. malgrado una prima conferma dell’istituzione del presidio fisso, dopo essere incalzato dalle nostre domande, ha dovuto ammettere che i controlli al campo nomadi sono effettuati con una pattuglia che fa il giro dalle 6.40 circa alle 21. Quindi al di fuori di questi orari è totalmente scoperto e proprio in questi orari ultimamente si sono concentrati i roghi. Lo stesso rappresentante del Gruppo S.P.E. ha fatto notare che il fenomeno si è notevolmente attenuato nella frequenza ma noi abbiamo ribadito che in compenso è aumentata l’intensità e la loro durata (bruciano le stesse quantità ma concentrate nei momenti in cui manca la vigilanza). Questo avvalora l’ipotesi che la nostra richiesta di presidio fisso ( e non vigilanza saltuaria) potrebbe risolvere il problema dei roghi. Altro discorso è la bonifica del terreno ItalGas adiacente il campo nomadi. La Dottoressa Matarazzo aveva intenzione di effettuarlo a spese del Comune per poi rivalersi sui proprietari ma anche su questo punto ha trovato la resistenza del Comandante del Gruppo S.P.E. In definitiva dall’incontro abbiamo avuto la speranza di ottenere quanto richiesto grazie alla determinazione della Matarazzo che “stressata” dalle nostre segnalazioni vuole in ogni modo risolvere la questione anche se realisticamente si devono abbattere le resistenze.

Era stato programmato poi un ulteriore incontro per il giovedi 3 luglio direttamente sul terreno dell'Italgas del quale stiamo aspettando di conoscere gli esiti.

giovedì 26 giugno 2014

Ripristino illuminazione su Via Collatina tratto Via dell'acqua vergine - Stabilimento Acea

Dopo le continue segnalazioni fatte dal Cdq Nuova Ponte di Nona all'acea è stata ripristinata l'illuminazione stradale su via collatina nel tratto da via dell'acqua vergine all'entrata dello stabilimento acea delle sorgenti dell'acqua vergine. Da più di un anno quel tratto di strada era rimasto al buio perchè era stato rubato il rame e il Cdq da subito ha cominciato  a segnalare agli organi preposti il problema e chiedeva il ripristino dell'impianto di illuminazione.
Possiamo confermare che dalla sera del 25/06 i lampioni sono stati tutti riaccesi.

mercoledì 18 giugno 2014

Parco in festa: la prima festa al parco di ponte di nona

L’estate 2014 a Ponte di Nona inizierà con un grande appuntamento: “Parco in festa”!
Un evento di Mamme Laboriose che festeggerà l’inizio dell’estate Domenica 22 Giugno al parco di Ponte di Nona di Via Roul Chiodelli, con un importante evento patrocinato dal Municipio VI – Roma Capitale che avrà come temi principali Salute e Sport.
La festa vedrà il coinvolgimento e la collaborazione di diverse realtà del territorio, con un ricco e coinvolgente programma, pensato per grandi e piccini, in cui si alterneranno momenti dedicati alla salute, dimostrazioni sportive e intrattenimento.
Per ogni informazione clicca qui


martedì 17 giugno 2014

Giornata Ecologica Decoro Partecipato a Nuova Ponte di Nona

Un evento!!! Quale? La giornata ecologica a Nuova Ponte di Nona. Un evento perché non si era mai vista tanta presenza da parte dell'AmaRoma nel nostro quartiere.

Già dal giorno prima si inizia a vedere l'AmaRoma al lavoro in viale Francesco Caltagirone, via Bonifati e via Collatina con sopralluoghi ed interventi. Poi sabato mattina 14 giugno la massiccia presenza di circa 70 persone tra Ama Decoro, Ama grandi Bonifiche, Pics che hanno lavorato insieme ai volontari intervenuti per questa iniziativa, fornendo anche un buon numero di materiale.

Il Comitato di Quartiere, su richiesta di alcuni cittadini, ha mandato una richiesta al Presidente della Commissione Ambiente del VI municipio Pasquale Gidaro per attivare la procedura del progetto di Decoro Partecipato nel nostro quartiere richiedendo la bonifica della discarica di Via Collatina e l'intervento in via Bonifati e Viale Caltagirone. Ottima quindi la risposta da parte del Municipio che ha chiamato in causa tutti i settori dell'Ama richiesti e soddisfacendo tutte le richieste che abbiamo fatto per questo evento.

I cittadini che hanno aderito hanno creato un gruppo di amici che con il loro entusiasmo e la loro voglia di avere un quartiere migliore sicuramente convinceranno altre persone a partecipare alle prossime giornate. Constatato l'aiuto fornito dal Presidente Commissione Ambiente Gidaro ora il Comitato di Quartiere ed i cittadini sperano nella prosecuzione di questa collaborazione Municipio, AmaRoma, Pics Decoro, Cdq Nuova Ponte di Nona per risolvere il problema dei rifiuti incrementando i controlli da parte di accertatori e polizia municipale, aumentando il numero dei cassonetti in determinati punti del quartiere ed effettuando con periodicità la pulizia accurata di tutte le strade del nostro quartiere.

Foto Gallery su Roma Today
Articolo su Roma Today
Articolo su CinqueQuotidiano
Articolo su Repubblica

giovedì 5 giugno 2014

IL TEMPO 05/06/2014 - Dossier choc dei vigili all’Europa I rom padroni del traffico di rifiuti

«In via Salone - si legge nel report - già nel primo semestre 2012 in seguito a un sopralluogo congiunto con Asl/Arpa Lazio è emersa una grave situazione di degrado connessa ad attività di gestione illecita di rifiuti, nella fattispecie gettito di rifiuti ingombranti all’interno dei cassonetti Ama, abbandono di rifiuti, smaltimento dei rifiuti in discarica anche attraverso incenerimento a terra, stoccaggio con messa in riserva di rottami e materiali metallici anche di provenienza furtiva. Si è intervenuti ripetutamente sul posto, con cadenza quasi giornaliera, constatando la presenza di incendi di ingenti quantitativi di rifiuti accatastati in maniera illecita nelle due discariche adiacenti il campo»

.http://www.iltempo.it/roma-capitale/cronaca/2014/06/05/dossier-choc-dei-vigili-all-europa-i-rom-padroni-del-traffico-di-rifiuti-1.1257570

mercoledì 28 maggio 2014

Disastro scuola materna a Nuova Ponte di Nona. 500 bambini non entrano. Problemi anche per la scuola dell’obbligo



Siamo alle solite. Anche quest’anno deteniamo il record negativo dei bambini in lista d’attesa nella scuola d'infanzia. Si pensi che la gran parte dei bambini in lista d’attesa nel nostro Municipio ci sono solo nel nostro quartiere. Nelle due materne comunali presenti (Simpatiche canaglie e Scarpe sciolte) sono state fatte ben 645 domane. Ammessi 151 bambini. Quasi 500 bambini sono rimasti fuori. La situazione è davvero insostenibile per queste 500 famiglie costrette a mandare i propri bambini in una scuola privata con costi esorbitanti e per altro fuori quartiere. Senza contare i bambini non ammessi negli anni scorsi che molto probabilmente potranno entrare nella materna solo a 5 anni di età!!!  Il Sindaco in campagna elettorale  aveva come slogan “una città a misura di bambino”.  Speriamo che sia coerente con questo slogan aprendo per settembre le tre aule previste presso il plesso scolastico in Via Prampolini, presso il quale già sono iniziati i lavori. E’ urgente intervenire per porre rimedio a questa situazione scandalosa.

Dall’anno prossimo sono terminati anche i posti per la scuola dell’obbligo, in particolare per le elementari. il Municipio dovrà “invertire” due plessi scolastici per consentire di reperire aule sufficienti per le iscrizioni nelle prime classi delle scuole elementari. Negli anni successivi dove porteremo i nostri figli? I genitori attendono una risposta da questa amministrazione inserendo i fondi nel bilancio per la costruzione di un plesso scolastico nella zona

Decoro e sicurezza. Interventi sull'illuminazione pubblica di Via Collatina e altre strade del quartiere

Una illuminazione perfettamente funzionante è condizione necessaria per garantire la sicurezza del territorio. Così il Comitato di quartiere ha incontrato e successivamente scritto U.O. Coordinamento delle funzioni di emergenza,di ordine e sicurezza pubblica e degli interventi per il decoro urbano e ad Acea, segnalando tutti i lampioni non funzionanti. Qui il link- Alcune volte si tratta di semplici guasti, altre volte si tratta di furti di rame.

U.O. Coordinamento delle funzioni di emergenza,di ordine e sicurezza pubblica e degli interventi per il decoro urbano ci ha inoltrato una  mail del  responsabile zona sud-est di Acea Illuminazione Pubblica, relativa agli interventi di ripristino dell’illuminazione pubblica.

Con riferimento alle segnalazioni dei cittadini si comunica che il presidio territoriale, nella totalità dei reclami, ha eseguito ispezioni ed interventi atti a riaccendere i punti luce spenti .

Si comunicano inoltre le strade su cui sono stati eseguiti gli interventi:

Via Rosatelli ,via Grappelli, via Prampolini, via Capetti e via Caltagirone.
Si fa presente altresì che in via Collatina (da via salone a via acqua vergine - cabina 1552/1), sono stati depredati i cavi di alimentazione dell’impianto, il ripristino sarà eseguito nel mese di giugno prossimo.

Oggi stiamo intervenendo in via via ponte di nona ,per quantificare un altro furto sull’impianto di illuminazione denominato cabina 16909/2.

lunedì 26 maggio 2014

Intervento nel campo nomadi di Via di Salone

Intervento della Polizia Municipale nel Campo rom di Via di salone. Ci è stato comunicato dalla responsabile della sicurezza del Comune di Roma, Dott. Matarazzo, alla quale abbiamo consegnato la raccolta firme, che

- hanno provveduto a bloccare la strada dalla quale si accedeva al terreno per sversare i rifiuti e poi bruciarli.

- hanno iniziato un importante lavoro di bonifica dei quintali di rifiuti accumulati.

- hanno effettuato alcuni provvedimenti di allontanamento.

- dopo la bonifica sarà istituito un presidio della polizia municipale in loco.

Erano presenti macchine della polizia di stato e della polizia di roma capitale. la Matarazzo è a disposzione del quartiere per eventuali future segnalazioni.
Vedremo se tali provvedimenti saranno sufficienti ad impedire l'accensione dei roghi e questo è sicuramente il nostro auspicio. Noi del comitato di quartiere, qualora tali provvedimenti si dimostrassero insufficienti ci riserviamo di adottare ogni altra azione più opportuna per difendere il nostro diritto alla salute. Andremo in pressing e non molleremo di un centimetro. Auspichiamo tuttavia che nella data odierna un passo importante sia stato fatto. Il Comitato di quartiere

giovedì 22 maggio 2014

Emergenza scuole: scriviamo al Sindaco e all'Assessore!!!

Non siete rientrati nei nidi o nelle materne comunali del quartiere? 
Sapete che tra due anni i posti alle scuole elementari saranno fortemente limitati e molti bambini rischiano di rimanere fuori dalla scuola dell'obbligo? 
Scriviamo tutti al Sindaco di Roma e all'Assessore alla scuola Alessandra Cattoi mettendo in indirizzo sindaco@comune.roma.it; caposegreteria@comune.roma.it; alessandra.cattoi@comune.roma.it CHIEDENDO L'APERTURA DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA DI VIA PRAMPOLINI, DELL'ASILO NIDO DI VIA LUIGI CROCCO e la costruzione di UNA SCUOLA ELEMENTARE NELLA ZONA
Scrivete le vostre storie di disagio nel portare i figli a scuole private, l'ingiustizia subita, i km percorsi nel traffico con i figli piccoli... il diritto ad avere una scuola per tutti.
fate riferimento espresso  alla apertura della SCUOLA DELL'INFANZIA DI VIA PRAMPOLINI,  ALL'ASILO NIDO DI VIA LUIGI CROCCO  e alla costruzione di UNA SCUOLA ELEMENTARE NELLA ZONA

mercoledì 21 maggio 2014

Istituto superiore di sanità a Ponte di Nona per la questione BASF

A seguito di un nostro incontro con la Provincia di Roma per chiedere conto di quello che avviene nella fabbrica BASF di Via di Salone, l'ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA' che sta effettuando controlli e monitoraggi nello stabilimento e nei pressi dello stesso si è reso disponibile ad incontrare i cittadini, al fine di illustrare l'attività espletata.
I cittadini di Ponte di Nona, soprattutto alla luce delle ultime notizie di giornale che vedono due dirigenti della BASF indagati per reati ambientali, hanno diritto di comprendere se l'ambiente e la loro salute è a rischio e vogliono capire quali sono i risultati dei controlli in corso e se i controlli effettuati sono sufficienti a garantire la salute dei cittadini.

L'appuntamento è per il 27 maggio 2014, alle ore 17.30, presso la scuola materna di Via Gastinelli 58/60





martedì 20 maggio 2014

Attività di contrasto ai roghi.

Come sapete il Comitato di Quartiere, ogni volta che riceve una segnalazione di un rogo presso il campo di via di Salone, raccoglie le vostre foto e le trasmette al Delegato alla Sicurezza del Sindaco di Roma, al quale peraltro aveva già consegnato brevi manu le mille firme raccolte contro i roghi.
La Dott.ssa Matarazzo ci ha comunicato, proprio questa mattina, che nel breve termine ci sarà un incisivo intervento da parte del Comune. Vigileremo sulle promesse e vi terremo informati su quello che accadrà.

lunedì 19 maggio 2014

Segnalazione discariche abusive

Il 16 Maggio 2014 il Cdq Nuova Ponte di Nona ha inoltrato la richiesta di intervento urgente per la bonifica delle discariche abusive formatesi nel nostro quartiere. Speriamo in un rapido intervento, testimonianza di un primo passo verso la soluzione del più grande problema rifiuti di tutto il quartiere.


sabato 17 maggio 2014

Ennesimo incendio doloso al campo Rom di Salone

Anche oggi dal campo Rom di Salone si alza una colonna di fumo, l'ennesimo di questa settimana.


In seguito alle numerose segnalazioni e alla documentazione fotografica degli incendi di questa settimana il Cdq ha preso immediatamente contatti con la dottoressa R. Matarazzo (vice capo di gabinetto con delega alla Sicurezza) che ci ha riferito di essere stata sul posto anche ieri e che per spegnere il rogo sono state necessarie le ruspe .La prossima settimana riunirà il suo staff per stabilire quali provvedimenti più adeguati da adottare per arginare il fenomeno dei roghi provenienti dal campo rom di Salone.Inoltre abbiamo chiesto informazioni su una possibile chiusura del campo attrezzato, ma  anche se la politica di questa amministrazione è il superamento della logica dei campi, al momento non è prevista nessuna chiusura del campo.

venerdì 16 maggio 2014

Incontro con il Presidente della Commissione Urbanistica ed Ambiente


Il 15/05/2014 al termine della seduta del Consiglio Municipale, il Cdq Nuova Ponte di Nona ha incontrato il Presidente della Commissione Urbanistica ed Ambiente del VI Municipio Gidaro Pasquale.  Abbiamo ribadito la necessità di intervenire urgentemente per eliminare il problema rifiuti nel nostro quartiere, soprattutto perché l’arrivo di temperature più alte questo non sarà solo una questione di decoro urbano ma potrà sfociare in problemi igienico-sanitari.

Pochi giorni fa il Presidente della Commissione ha avuto un incontro con l’Assessore Comunale all’Ambiente Estella Marino alla quale fino ad allora era stata dipinta una situazione rosea della raccolta differenziata nel VI Municipio. Ora grazie anche alle relazioni redatte da tutti i Comitati di Quartiere riuniti nel C.R.R.E. (Comitati riuniti Roma Est) ed inviate al Sindaco, al Municipio e all’AmaRoma la fotografia della situazione è corrispondente alla realtà.
Non hanno più scuse per non intervenire e risolvere la situazione.

A lungo termine (settembre 2014) sono previsti incrementi di automezzi  e compattatrici madri, nel 2015 forse il centro raccolta rifiuti ingombranti in via Bonifati.

A breve termine abbiamo richiesto:
- l’incremento dei controlli da parte di accertatori Ama;
- l'introduzione di un servizio di pulizia con operatori a piedi che affiancano  le macchine lavastrada;
- il lavaggio periodico dei cassonetti e sostituzione di quelli rotti;
- la bonifica di alcune discariche formatesi nel territorio e precisamente in via Collatina, Via Bonifati e nel fosso Benzone.

Segnalazione sfalcio erbacce sui marcipiedi del quartiere

Nella giornata di oggi il CDQ ha inviato una segnalazione tramite PEC all'ama e al servizio manutenzione strade del comune di roma per la pulizia e lo sfalcio dell'erba sui marciapiedi del quartiere.
Le vie segnalate sono:
  • Via Luigi Gastinelli
  • Viale Francesco Caltagirone
  • Via Mattè Trucco
  • Via Raoul Chiodelli
  • Via Luciano Conti
  • Via Luigi Crocco

Con l’avvento della primavera sono iniziate a crescere delle erbacce sui marciapiedi del quartiere, come si vedere da queste foto









CRRE (Comitati Riuniti Roma Est) Incontro per Pedaggio Complanari e Gestione Rifiuti AMA

Il 14 Maggio si soni riuniti i membri del CRRE (Comitati Riuniti Roma Est)  per discutere su come risolvere l'emergenza rifiuti nel quadrante est e su quali azioni si possono mettere in atto per chiedere l'eliminazione del pedaggio sulle complanari dell'A24.

RIFIUTI
E' stata inviata una lettera con tutte le relazioni dei quartieri a Marino, Scipioni, Gidaro, AmaRoma Qualche giorno fa Gidaro e' andato a parlare con Estella Marino ma non ha portato le nostre relazioni quindi solo tante chiacchiere senza un riscontro nel territorio. 
Hanno detto che Gidaro sta interessando tutti i Cdq per farsi segnalare le discariche abusive ma non bisogna includere le discariche che si creano intorno ai cassonetti. Il CDQ ha intenzione di segnalare quella di via Collatina vicino incrocio Via dell'Acqua Vergine, quella presente nella zona di via Crocco ed il fosso Benzone. 

PEDAGGIO COMPLANARE

Supportati dall'associazione dei consumatori Konsumer stiamo cercando di reperire tutta la documentazione per poter chiedere l'annullamento del pedaggio da consegnare direttamente al sindaco Marino con un incontro.

giovedì 15 maggio 2014

Segnalazione strade buie di Nuova Ponte di Nona


Nella giornata odierna il comitato ha provveduto a segnalare tramite PEC a:

Acea Spa – Servizio Lampioni Spenti
Comune di Roma – VI Municipio
Comune di Roma - DIPARTIMENTO SVILUPPO INFRASTRUTTURE E MANUTENZIONE URBANA

Le strade di Nuova Ponte di Nona con problemi all'illuminazione pubblica.
Speriamo la più veloce risoluzione del problema che contribuisce a diminuire la sicurezza, specialmente nelle ore notturne anche con l'ausilio degli organi comunali.


Operazione a sorpresa alla Basf di Case Rosse

Il 13 maggio gli agenti del gruppo servizio prevenzione emergenze, diretti dal comandante Antonio Di Maggio sono entrati per dei controlli alla Basf, dell'industria chimica tedesca con sede a Case Rosse.Durante i controlli gli agenti hanno sequestro di alcune cartelle e diverse analisi a campione per verificare " rischi di inquinamento ambientale nell'area della fabbrica Basf e nelle falde acquifere.
Da anni i cittadini di Case Rosse e dei quartieri limitrofi come Ponte di Nona si battono per denunciare i valori di diossina fuori la media che provengono dalla Basf, che si occupa prevalentemente di agenti chimici esausti e rifiuti speciali (come catalizzatori industriali esausti) per ricavare metalli preziosi ed eliminare scarti.
Durante la giornata gli agenti hanno   effettuato il sequestro di alcuni documenti e hanno effettuato rilievi sulle canne fumarie, sugli scarichi, sulle falde acquifere e sul materiale di stoccaggio prodotto dall'azienda.
Questo è il primo passo per far chiarezza sui dubbi che i cittadini hanno in merito alla gestione dei scarti chimici che vengono smaltiti e inceneriti nei bruciatori dell’azienda tedesca.

Potrebbe interessarti:http://www.romatoday.it/cronaca/blitz-basf-rilievi-arpa-vigili-urbani.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

venerdì 11 aprile 2014

FERMATA FR2 PONTE DI NONA. FINALMENTE L'ITER AUTORIZZATORIO SI E' CONCLUSO!!!



FERMATA FR2 PONTE DI NONA. FINALMENTE L'ITER AUTORIZZATORIO SI E' CONCLUSO!!! 

Siamo contenti di darvi questa notizia. Davvero.Finalmente Il progetto della fermata è stato definitivamente approvato. La conferenza di servizi si è chiusa con esito positivo. Una delle priorità delle nostro quartiere, ma anche di tutto il versante est è un decente trasporto pubblico verso il centro, attraverso la ferrovia. La distanza dal centro fa si che l'unico mezzo di trasporto efficiente può essere il treno. Così avviene in tutte le metropoli dove ci sono quartieri satelliti e così dovrebbe avvenire pure a Roma. Il nostro quartiere è stato costruito sul presupposto della costruzione di una futura fermata del treno. Molti di noi hanno comprato casa anche sulla premessa della costruzione di tale fermata già finanziata dal 2005. Ma per anni c'è stato troppo silenzio e troppi intoppi burocratici. Nessuno parlava più della fermata che era scomparsa nei meandri dei cassetti dei funzionari poco solerti, e nella dimenticanza di politici poco attenti. Ma i cittadini non sono rimasti in silenzio. Uno dei motivi principali per i quali ci siamo costituiti in comitato è seguire questo aspetto. Facemmo richiesta degli atti in ministero, per iniziare. Poi Dario Nanni, (consigliere comunale e presidente della commissione lavori pubblici) che ringraziamo, ha compreso la necessità da noi espressa di avere la stazione e ha convocato riunioni su riunioni per velocizzare in pochi mesi il farraginoso iter. Da settembre ad oggi: pareri mancanti, approvazione in Giunta comunale, approvazione in Consiglio comunale, approvazione in Municipio, parere finale della Regione, approvazione definitiva da parte della Conferenza di servizi. Tutto quello che non è stato fatto in tre anni è stato fatto in pochi mesi anche su nostra sollecitazione. ora la palla passa alle ferrovie dello stato per individuare attraverso un bando l'impresa e costruire la fermata. Ponte di nona che cresce. Evviva Ponte di Nona

giovedì 27 febbraio 2014

Nidi e materne nel nostro territorio. Proposte dell'Assessore Cattoi

Dopo tante battaglie, assemblee pubbliche con gli abitanti e i politici, manifestazioni per strada, riunioni con la Commissione lavori pubblici presieduta da Dario Nanni, si sono accorti che il versante Prenestino e soprattutto le nostre zone sono le più carenti per quanto riguarda nidi e materne. Per questo l'Assessore alla scuola Cattoi ha deciso di inserire nel suo piano di aperture per settembre 2014 l'apertura del nuovo nido a Ponte di nona (vicino il centro commerciale), previsto dalla Convenzione urbanistica, una materna a Ponte di Nona (a via Prampolini, se saranno i terminati i lavori ma su questo vi daremo maggiori informazioni sabato quando incontreremo il presidente della commissione lavori pubblici Dario nanni), una materna statale  a Castelverde (Via Rosciano) e un nido a Villaggio Prenestino. Il Municipio VI è il municipio dove apriranno più strutture e nel'ambito del Municipio c'è soprattutto la nostra zona. Questo non perchè siamo più fortunati degli altri ma perché da noi c'è il record delle liste di attesa. E di questa emergenza il Comitato ha fatto la stessa ragione di esistere.

Rimane il problema, serio,  delle scuole dell'obbligo sul quale speriamo di darvi qualche notizia a breve. http://torri.romatoday.it/ponte-di-nona/piano-cattoi-nuove-scuole-vi-municipio.html

giovedì 20 febbraio 2014

Via Noale, finalmente l'asfaltatura!




Da quando è stato costituito il Comitato che gli andiamo dietro. Sì la scandalosa strada denominata Via Noale che ci collega al GRA. Basta leggere i precedenti di questo sito. Oppure i numerosi articoli di giornale.





E finalmente abbiamo ottenuto la riasfaltatura!!! 

Da questa notte sono cominciati i lavori! Una buona notizia per gli abitanti del quartiere e di tutto il quadrante che erano costretti a fare lo slalom tra le buche, rompendo molte volte cerchioni e bucando pneumatici.





Pedaggio illegittimo se non coinvolgono il Comune. Più di 1000 firme contro il pedaggio

"Nuovi pedaggi sull'A24? Illegittimi senza l'assenso del Comune"

L'accordo parla chiaro: senza l'assenso del Comune Strade dei Parchi non può imporre nuovi pedaggi". A parlare è l'avvocatura del Comune che si è espressa sul parere di merito richiesto dal consigliere democratico, e presidente della Commissione Lavori pubblici, Dario Nanni.

L'avvocatura comunale sostiene che "L’amministrazione comunale ha il diritto di esigere dopo il collaudo e l’approvazione di ANAS la consegna delle complanari e l’apertura degli svincoli autostradali". La messa in esercizio della nuova viabilità stabilita dall’articolo 2 della convenzione del 2009 "obbliga gli enti stipulanti a cooperare e concertare le modalità della messa in esercizio della nuova viabilità".
Conseguentemente, Strade dei Parchi e Comune di Roma devono mettersi d'accordo su come gestire la strada. Ricordiamo, a tal proposito,  il consiglio comunale ha votato una mozione in cui impegna il sindaco ad impedire che le nuove complanari siano a pagamento.

Intanto il comitato con la collaborazione di altri comitati di zona ha raccolto in poco tempo più di 1000 firme contro il pagamento del pedaggio che saranno consegnate al sindaco Marino

Qui si può scaricare il documento dell'Avvocatura


Potrebbe interessarti:http://www.romatoday.it/politica/pedaggio-a24-parere-avvocatura.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

Situazione futura scuola dell'infanzia Prampolini


Scuola Prampolini: il 4 febbraio si è svolto il sopralluogo delle ditte partecipanti alla gara, per l’appalto dei lavori di riadattamento delle aule del piano terra. Il 18/02 è scaduta la presentazione delle offerta e e verrà poi aggiudicata alla ditta con la migliore offerta. Mediante il ribasso ottenuto dalla ditta si potrà provvedere anche alla sistemazione dei bagni al primo piano, attraverso una procedura di urgenza. Speriamo vada tutto bene. Inizio lavori previsto per metà marzo. Il presidente della Commissione lavori pubblici Dario Nanni sta seguendo da vicino la questione.

Via libera da parte del Consiglio municipale alla risoluzione finalizzata a garantire l’apertura di nuove 11 aule di scuola materna a Castelverde, Ponte di Nona e Borghesiana e a reperire i fondi per il personale e le spese di gestione della Prampolini e della Paternò. L’atto, proposto da Stefano Pelone (Pd) in Commissione Scuola, è stato votato lo scorso giovedì pomeriggio in Aula.

Ovile di via Saliola

Nella Commissione, era presente anche Carmine D'anzica, membro del direttivo del Comitato di quartiere

Riportiamo, di seguito,  l'esauriente resoconto del cdq di Colle degli aberti, sull'argomento

In questi giorni, in Municipio, sono state convocate congiuntamente le commissioni Urbanistica e Ambiente( il cui presidente è Pasquale Gidaro) e la commissione politiche sociali e sanità (il cui presidente è Daniele Grasso). Alla commissione hanno partecipato altri esponenti politici, rappresentanti della polizia municipale che in passato si sono occupati della questione dell’ovile, un rappresentante del dipartimento ambiente del comune oltre ad Elisa Sufflico per il Comitato di Quartiere Colle degli Abeti ed alcuni esponenti del comitato Nuova ponte di Nona.
Si è discusso ampiamente delle problematiche relative all’ovile di via Saliola e, in particolare, dello stato delle cose riguardo al previsto spostamento dello stesso in una sede più adeguata. Sembra che esista una convenzione, stipulata all’incirca 25 anni fa, tra comune, ASL e il pastore, per cui Cocco Salvatore può effettuare mungitura e avere lo stallo delle pecore in quella zona.
Sono state date subito brutte notizie. Il procedimento avviato in precedenza e per cui l’ovile stava per essere riallocato in una zona nel territorio di Castel di Guido ha subito un arresto irrimediabile.
In pratica, si era giunti ad un accordo con il comune, per cui a Salvatore Cocco sarebbe stata assegnata, in un azienda affidata ad un privato su un terreno regionale, una quota molto grande di terreno dove potevano essere ospitate le pecore e le relative attività. Sembra che il privato che ha in gestione l’azienda si sia opposto a questa ipotesi che è quindi definitivamente tramontata.
In pratica si ricomincia tutto daccapo.
Più volte nel corso della riunione è stato fatto notare la situazione di degrado al limite della decenza, la lenta moria degli abeti intorno all’ovile, la pericolosità dei cani. Lo stesso presidente Gidaro descrivendo il futuro dell’area ha detto che l’abetaia dovrà diventare un parco attrezzato fruibile per i due quartieri e che di fronte verranno costruite delle scuole. L’amministrazione ha quindi ritenuto ormai inderogabile lo spostamento e si sono delineate sostanzialmente due strade. La prima prevede la ricerca di nuove aree adatte, tenendo conto, a detta della commissione, che fin’ora si è dato fin troppo credito alle richieste del pastore che in questo momento ha una convenzione per un’area di poche centinaia di metri, mentre in cambio gli era stato promesso un appezzamento di terra molto più grande. I numeri appaiono più grandi rispetto a quello che ogni giorno possiamo vedere. Sembra che l’ASL abbia certificato che il pastore possegga circa 1000 pecore e circa 2 decine di maiali. Numeri che teoricamente richiederebbero spazi molto più grandi del fondo valle che in questo momento è concesso al pastore. E’ stato quindi ribadito che non si vede il motivo per cui in cambio dell’area attuale se ne debba trovare una più grande.
La seconda opzione non prescinde dal fatto che la commissione vuole trovare una sistemazione per il pastore. Se ci si dovesse trovare di fronte a richieste eccessive o difficili da esaudire non si è esclusa la possibilità di estinguere la convenzione. A tal riguardo purtroppo si è dovuto ammettere che nessuno della commissione ha mai potuto leggere tale convenzione perché non è mai stata richiesta agli atti. Quindi non si sa se all’interno è definita una data di chiusura della stessa, se ci sono delle clausole per cui la convenzione potrebbe essere rescissa nè quali sono effettivamente le aree date al pastore. E’ stata quindi fatta richiesta di accesso e recupero degli atti, che dovranno essere in possesso della commissione nel prossimo incontro sull’argomento.

La mancanza della convenzione non ha permesso alla commissione di conoscere tutte le informazioni necessarie per prendere delle decisioni. Seppure appare, come detto, inderogabile, la necessità di delocalizzare l’ovile.
Altro dato che mi sembra importante riportare sono le poche e contraddittorie informazioni sul casale Benzone di piazza Giannelli (di fronte alla casale concesso in gestione alla biblioteca Papillon). La polizia afferma che il pastore dichiara che quel casale è suo, o quanto meno gli è stato affidato. Ora non è chiaro sulla base di quale atto il pastore vanta questi diritti sul casale, e se nella convenzione vi è la concessione anche per quel casale. Sta di fatto che è stata chiesta una verifica della situazione che sarà effettuata dalla commissione patrimonio.

Elisa Cherubini, nuovo Vice Presidente del cdq

A seguito delle dimissioni dalla carica di Vice Presidente di Roberto Battistoni, in vista di un suo trasferimento in altro quartiere, ieri il direttivo del CdQ, ha eletto all'unanimità come nuovo vice Presidente Elisa Cherubini, già segretario del Comitato. Ringrazio Roberto per aver aiutato a costituire questo comitato, essendone uno dei soci fondatori, e per le tante battaglie portate avanti assieme in questi due anni a favore di Nuova Ponte di Nona. Roberto rimarrà con noi nel direttivo finchè non si trasferirà e comunque rimarrà il nostro consulente informatico. Grazie Roberto! Un in bocca al lupo, invece, ad Elisa per la nuova carica! ti vogliamo battagliera come sempre! Daje Elisa!

B. Foresti
Presidente del cdq

Designazione cariche di Presidenza Direttivo del CdQ

P.R. CDQ: Facendo seguito l’esito delle votazioni del Consiglio Direttivo del Comitato di quartiere  ‘Nuova Ponte di Nona’  dello scorso ...