mercoledì 30 maggio 2012

Fermata Fr2, il Comitato scrive al Sindaco

Come preannunciato, il Comitato di quartiere, ha scritto al Sindaco Gianni Alemanno affinchè si attivi celermente al fine di sbloccare l'incresciosa situazione che ha portato alla macata approvazione del progetto definitivo della fermata Ponte di nona sulla tratta FR2, Roma -Lunghezza. Di seguito il contenuto della lettera e l'allegato in originale 

Questo Comitato intende segnalare la gravità e l’urgenza della situazione concernente le inadempienze e i ritardi nei confronti della costruzione della fermata di Ponte di Nona, prevista sul tratto FR2 Roma-Lunghezza, nell’ambito della Centralità metropolitana Ponte di Nona - Lunghezza.

Come Lei ben saprà, l’enorme espansione urbanistica delle zone ad Est di Roma (Ponte di Nona, Lunghezza, Colle degli abeti) ha fatto sì che circa 60.000 nuovi abitanti andassero ad abitare in tali zone, in pochissimi anni. Tuttavia, a tale urbanizzazione non ha corrisposto un incremento dei mezzi di trasporto tali da sopperire alle esigenze di una vera e propria nuova città costruita al di fuori del GRA. Si pensi che la nuova urbanizzazione è stata progettata a approvata, sul presupposto fondamentale del potenziamento della linea FR2 che lambisce il quartiere e sulla costruzione della nuova fermata Ponte di Nona, recepita anche nel nuovo piano Regolatore. 

Infatti, l’art.65, comma 9 delle NTA del PRG stabilisce che “l’attuazione delle Centralità metropolitane e urbane è subordinata alla preventiva o contestuale realizzazione delle infrastrutture ferroviarie (linee metropolitane, altri sistemi in sede propria) previste dal PRG.”

 Peraltro, è da molti anni che a Ponte di nona si scrive, anche in documenti ufficiali, della costruzione della fermata e molti cittadini hanno deciso si andare a vivere in questi nuovi quartieri sul presupposto che venisse realizzata. Tuttavia, a distanza di numerosi anni addirittura non è stato approvato neanche il progetto definitivo. 

Questo Comitato, dopo aver effettuato richiesta formale di accesso agli atti, ha potuto verificare che la Conferenza di Servizi per l’approvazione del progetto definitivo aperta addirittura nel 2010 ancora non è stata conclusa per via del parere negativo dell’ANAS e che la RFI con nota del 7 novembre 2011 ha riferito che sono stati attivati contatti con l'amministrazione comunale finalizzati all'individuazione di possibili soluzioni dei problemi aperti. Alla luce di quanto scritto, i cittadini di Ponte di nona, denunciando la scandalosa e ingiustificabile lentezza con il quale si sta procedendo ad approvare un progetto di una fermata che servirebbe come manna dal cielo per la mobilità dei nostri territori, La pregano vivamente di voler intervenire affinché venga costruite nel più breve tempo possibile la fermata predetta!


martedì 29 maggio 2012

Fermata FR2, procedura bloccata!!! Inizia la battaglia del Comitato!!!


Ricordate che con questo post avevamo dato la notizia della richiesta di accesso agli atti, per verificare cosa sta succedendo alla fermata fr2 di ponte di nona.
A seguito di tale richiesta il Provveditorato alle Opere pubbliche ci ha fornito l'intera documentazione sul procedimento, aperto nel 2010, relativo alla approvazione del progetto della fermata. Presto metteremo tali documenti a disposizione sul sito. Come preannunciato, da tali documenti si evincono problemi concernenti la distanza tra il sito dove sorgerà la fermata e le complanari che hanno comportato un parere negativo da parte dell'ANAS. Di fronte a tali problemi una nota di RFI del 7 novembre 2011 ha riferito che non si sono ancora risolte le problematiche con ANAS in sede di prima seduta della Conferenza di servizi (svoltasi un anno prima!!!). Inoltre RFI riferisce che ad oggi sono stati attivati contatti con l'AMMINISTRAZIONE COMUNALE  finalizzati all'individuazione di possibili soluzioni dei problemi aperti. Per tali motivi RFI ha richiesto un ulteriore rinvio di circa  UN ANNO  della seconda riunione della Conferenza di servizi.
Questa è l'assurda situazione e adesso parte la battaglia!!!!
Come prima cosa scriveremo al Sindaco Alemanno affinché intervenga urgentemente!!! Ma è solo il primo atto!!!

sabato 26 maggio 2012

Tombini fantasma: dopo le sparizioni i ritardi nel ripristino


--- AGGIORNAMENTO AL 26/05/2012 ---

Ci segnalano un altro tombino "fantasma" in Via Capetti. Sollecitiamo il Consorzio affinché vengano ripristinati nel più breve tempo possibile. Sono pericolosi, specie per i bambini!!!



--- AGGIORNAMENTO AL 08/05/2012 ---

I tombini in Via Fiorini sono stati sistemati mentre il tombino in Via Caltagirone è in uno stato ancora peggiore, perché il cartello messo "alla buona" è oramai affossato e pericolosissimo per motociclisti e macchine. Abbiamo fatto una segnalazione alla polizia municipale. 
Da apprezzare la pronta disponibilità degli stessi vigili che  non solo si recheranno in loco, ma si sono anche rammaricati del fatto che avevano già sollecitato il Consorzio ad intervenire (e li solleciteranno ancora ovviamente).





--- ARTICOLO INIZIALE ---


E' la nuova moda: far sparire i tombini. Non si sa se siano oggetto di furto (ma quanto ci ricaveranno mai da un pezzo di ghisa!) o di qualche vandalo incosciente, ma certo è che sono pericolosissimi. Con la macchina si rischia un bel danno all'autoveicolo o al più qualche graffio, con le due ruote la vita!

Nel nostro quartiere è oramai da giorni che i tombini vicino alla chiesa in Via Fiorini mancano, e sono esposti in bella vista i corrispondenti fori con dei segnalatori di fortuna (messi da chi? Consorzio? Comune?). Ma il pericolo c'è ancora.

Da pochi giorni è sparito anche un tombino in Via Caltagirone! La storia è travagliata: tombino aperto, macchina che "sfonda" l'asse, segnalazione ai Vigili, "tappo" di fortuna con un pezzo di cemento e due strisce di segnalazione; poi qualche scellerato che leva il tutto e poi segnalazione ancora e poi "tappo" di fortuna stavolta con un cartello di segnalazione (segno di soluzione posticcia - mejo de gnente no?). 

Ma gli addetti alla manutenzione dove sono? E se qualcuno si fa male? Ma perché i cittadini oltre a subire i ladri di tombini devono tollerare anche le lentezze dell'amministrazione Capitolina?

Come CdQ chiediamo che vengano urgentemente ripristinate le condizioni di sicurezza delle strade ove questi tombini mancano. Di seguito i punti con Google Map e le relative foto:

Via Fiorini - n° 3 tombini aperti






Via Francesco Caltagirone - n° 1 tombino con tappo "di fortuna"








mercoledì 23 maggio 2012

Discariche abusive nel quartiere: abbiamo bisogno del contributo di tutti!

Il fenomeno è ben conosciuto e diffuso in tutta Roma: se c'è uno spazio, magari verde, poco presidiato o trafficato, diventa inesorabilmente una discarica abusiva. Se poi nella zona sono presenti ancora dei cantieri, accanto a queste discariche a cielo aperto vi sono i cumuli di terra per le operazioni di scavo e riporto, magari lasciate lì per "dimenticanza". Tutto questo nuoce ovviamente alla vista e alla salubrità delle zone incriminate. 

Grazie al gruppo Facebook e alla collaborazione attiva di tutti i cittadini del quartiere, abbiamo raccolto una piccola documentazione che alleghiamo a questo articolo. 

(Via Ponte di Nona - tratto chiuso al transito)

(Via Ponte di Nona - tratto chiuso al transito)

(parte dietro la chiesa Beata Teresa di Calcutta)


Ma abbiamo intenzione di andare avanti, creando un vero e proprio dossier da consegnare alle autorità per risolvere definitivamente il fenomeno in tutto il quartiere.

Per cui, se avete della documentazione fotografica circostanziata, mandatela al CdQ (via e-mail), in modo tale da rendere sempre più corposo il dossier.

martedì 22 maggio 2012

Richiesta del servizio di Pre scuola

IC Nuovo Ponte di nona: i genitori che sono interessati al servizio PRE SCUOLA per le scuole elementari possono scaricare, compilare e consegnare alla scuola il mudulo allegato. Desidero ricordare che il servizio PRE SCUOLA è a PAGAMENTO!

Scarica qui


Emergenza scuola, le slide presentate in assemblea

Qui di seguito la presentazione fatta in Assemblea, con i numeri dell'emergenza scuola.
Le slide sono scaricabili.



Chiara Colosimo ha richiesto la convocazione del Comitato nella Commissione scuola

L'On. Chiara Colosimo, Consigliere Regionale del PDL, Vice Presidente della Commissione scuola, dopo l'impegno assunto durante l'assemblea di venerdì 18 maggio, ha presentato immediatamente la richiesta di convocazione della Commissione scuola della Regione Lazio per la grave situazione dei nidi, scuola dell'infanzia e delle scuole primarie del nostro territorio.



Dario Nanni presenta due ordini del giorno per la costruzione di scuole a Colle degli Abeti (Ponte di nona)

Come preannunciato  nell'assemblea pubblica, Dario Nanni, consigliere comunale del partito democratico, ha presentato due ordini del giorno, relativi alla costruzione di scuole nel nostro quadrante. Ora spetterà al Consiglio Comunale decidere se accogliere tali proposte. Di seguito si riportano i testi.


Ordine del Giorno
Collegato alla proposta di delibera n. 31ª (Dec. G.C. del 16 marzo 2012 n. 21) relativa al  Bilancio previsione annuale 2012, Bilancio pluriennale 2012-2014, Relazione previsionale e programmatica, Piano degli investimenti 2012-2014 e RelazioneTecnica 2012-2014.

Premesso
Che negli ultimi anni  il Quadrante Est di Roma ovvero  il quadrante Prenestino- Collatino è stato interessato da un’intensa attività edificatoria in un’ottica di centralità metropolitana;
Che in attuazione dei molteplici  Piani di Zona, a fronte dell’edificazione di migliaia di abitazioni civili non è seguita  la realizzazione di infrastrutture e servizi ivi incluse scuole materne, elementari e nidi comunali;
Che i quartieri sorti nel quadrante est della città sono abitati  in gran parte da giovani coppie a cui segue  necessariamente un elevato tasso di natalità;
Che a Colle degli Abeti (Ponte di Nona) le graduatorie comunali per l’anno scolastico 2012-2013 hanno evidenziato la drammatica situazione  in cui versano i nidi, le scuole materne ed  elementari comunali: sono rimasti fuori dai nidi e dalla scuole materne centinaia di bambini e molti non sono riusciti ad accedere al tempo pieno nelle scuole elementari;
Considerato
Che   molte famiglie saranno costrette a mandare i loro figli nelle scuole o dopo scuola privati, pagando rette esorbitanti;
Che Roma Capitale deve farsi carico dell’enorme disagio che l’assenza di servizi scolastici sta creando alle giovani famiglie di Colle degli Abeti ed intervenire quanto prima per porvi rimedio;
Che, fatta una ricognizione delle strutture scolastiche presenti sul territorio, è necessario che Roma Capitale predisponga la realizzazione di nuovi plessi scolastici;
Tutto quanto sopra premesso e considerato
Impegna il  Sindaco e la  Giunta
A stanziare nel bilancio di previsione 2012 euro  4.500.000,00 per la realizzazione, nel quartiere di Colle degli Abeti (Ponte di Nona), di un nuovo plesso scolastico che  accolga una scuola materna ed elementare.
                                                                                         
                                                                                                   Dario Nanni
                                                                                            (Partito Democratico)

Ordine del Giorno
Collegato alla proposta di delibera n. 31ª (Dec. G.C. del 16 marzo 2012 n. 21) relativa al  Bilancio previsione annuale 2012, Bilancio pluriennale 2012-2014, Relazione previsionale e programmatica, Piano degli investimenti 2012-2014 e RelazioneTecnica 2012-2014.

Premesso
Che negli ultimi anni  il Quadrante Est di Roma ovvero  il quadrante Prenestino- Collatino è stato interessato da un’intensa attività edificatoria in un’ottica di centralità metropolitana;
Che in attuazione dei molteplici  Piani di Zona, a fronte dell’edificazione di migliaia di abitazioni civili non è seguita  la realizzazione di infrastrutture e servizi ivi incluse scuole materne, elementari e nidi comunali;
Che i quartieri sorti nel quadrante est della città sono abitati  in gran parte da giovani coppie a cui segue  necessariamente un elevato tasso di natalità;
Che a Colle degli Abeti (Ponte di Nona) le graduatorie comunali per l’anno scolastico 2012-2013 hanno evidenziato la drammatica situazione  in cui versano i nidi, le scuole materne ed  elementari comunali: sono rimasti fuori dai nidi e dalla scuole materne centinaia di bambini e molti non sono riusciti ad accedere al tempo pieno nelle scuole elementari;
Considerato
Che   molte famiglie saranno costrette a mandare i loro figli nelle scuole o dopo scuola privati, pagando rette esorbitanti;
Che Roma Capitale deve farsi carico dell’enorme disagio che l’assenza di servizi scolastici sta creando alle giovani famiglie di Colle degli Abeti ed intervenire quanto prima per porvi rimedio;
Che, fatta una ricognizione delle strutture scolastiche presenti sul territorio, è necessario che Roma Capitale predisponga la realizzazione di nuovi plessi scolastici;
Tutto quanto sopra premesso e considerato
Impegna il  Sindaco e la  Giunta
A stanziare nel bilancio di previsione 2012 euro  350.000,00  per l’acquisto e l’installazione, nel quartiere di Colle degli Abeti (Ponte di Nona), di un prefabbricato  per la realizzazione di una nuova struttura scolastica che accolga una scuola materna ed elementare.

                                                                                         
                                                                                                   Dario Nanni
                                                                                            (Partito Democratico)





lunedì 21 maggio 2012

Assemblea sull'emergenza scuola: tra proteste e proposte, gli impegni della politica




Venerdì 18 maggio, si è tenuta all’Istituto comprensivo di via Gastinelli a Nuova Ponte di Nona, l’assemblea pubblica per discutere dell’emergenza scuola a Ponte di nona, organizzata dai Comitati di quartiere Nuova Ponte di Nona e Colle degli Abeti. I rispettivi Presidenti, Bruno Foresti e Federico Verdicchio, hanno coordinato gli interventi. 
Presenti all'evento, assieme a molti consiglieri del Municipio VIII di maggioranza e di opposizione, Gianluigi De Palo, assessore comunale alla Famiglia, all’Educazione e alla Scuola, Chiara Colosimo, Consigliere regionale del PDL e vicepresidente della Commissione Scuola della Regione Lazio, Dario Nanni, Consigliere Comunale del PD. Presenti anche il professor Martinelli, dirigente dell’Istituto comprensivo Nuovo Ponte di nona e il professor Raso, dirigente dell’Istituto comprensivo Ponte di Nona vecchia. 
All’evento hanno aderito molte famiglie con bambini, per manifestare il loro profondo disagio nel vedersi negare la possibilità di iscrivere i propri piccoli al nido o alle materne o addirittura alle scuole primarie per esiguità di aule. I Comitati di quartiere hanno rappresentato a politici i numeri dell’emergenza. Nel contesto di un Municipio che ha avuto il maggiore aumento demografico di tutta Roma, e il maggior numero di famiglie con bambini, la zona di "Ponte di Nona - Lunghezza" ha avuto un aumento demografico del 100% in 10 anni: 20.000 abitanti in più! Infatti, Il nostro quartiere, che già di per sé conta 10.000 abitanti, è stato affiancato nel giro di pochissimi anni da un altro quartiere, Colle degli Abeti con appartamenti per circa 11.000 abitanti, senza che siano stati realizzati edifici scolastici. Una cittadina nella campagna romana senza scuole. Tale fenomeno, unito anche alla mancata consegna di strutture di scuole materne a Castelverde, altra zona in fortissima espansione, di un nido a Villaggio Falcone e all’assenza di scuole elementari a Prato Fiorito, ha fatto sì che le strutture del nostro quartiere dovessero assorbire la domanda di educazione di gran parte della periferia Est, al di fuori del GRA. 
Di qui i numeri sconcertanti di graduatorie di nidi e materne che ben conoscete e che di fatto rendono praticamente imposibile iscrivere i propri figli ai nidi o alle materne nel nostro territorio. Problemi anche per la scuola primaria (elementari): all’IC Nuovo Ponte di Nona, quest’anno hanno presentato domanda numerosi bambini, tanto che si sono formate 9 prime classi che è stato possibile accogliere mediante tramezzature di aule esistenti. Il prossimo anno tuttavia si avrà la possibilità di formare solo 5 classi prime, perché usciranno solo 5 quinte e i plessi sono al completo e non sarà possibile “tramezzare” altro

Il Professor Martinelli e il professor Raso, hanno evidenziato che ormai non è più possibile sopperire alla carenza di strutture e come sia importante l'impegno dei cittadini e dei comitati per ottenere i servizi. L'Assessore Gianluigi De Palo ha ascoltato i disagi delle famiglie del territorio, si è detto disponibile a fare tutto il possibile per aiutare le famiglie del quartiere ma ha riferito dell'enormi difficoltà per poter aprire nuove scuole dovute alla complessità della burocrazia e alla carenza di risorse. Di fronte alle descrizioni di tali difficoltà è nata una discussione, anche molto accesa, con qualche contestazione, durante la quale però i Comitati e le famiglie non hanno solamente protestato ma hanno fatto richieste specifiche e suggerito soluzioni.
Il Consigliere Regionale Chiara Colosimo, ha ascoltato le necessità delle famiglie pontenonine e ha deciso di richiedere la convocazione della Commissione scuola della Regione, prendendosi l'impegno di affrontare le problematiche emerse durante l'assemblea, strappando anche un applauso. Apprezzato anche il Consigliere Comunale Dario Nanni che ha annunciato la presentazione di due ordine del giorno per far inserire in questo bilancio il finanziamento di una scuola vera e propria per il futuro e di un pre-fabbricato per risolvere l'emergenza. Il Consigliere Municipale del PDL Massimo Mancuso, ben informato sulle problematiche del quartiere dove vive e che governa da quattro anni ha ricordato la recente storia del territorio dove sin da subito hanno dovuto affrontare il problema della crescente esigenza di posti per nidi ed elementari. Ha annunciato che sta lavorando assieme al Consigliere comunale Di Cosimo, per il finanziamento di una scuola in zona, dando la notizia come ancora non definitiva. Daniele Grasso, Consigliere Municipale del PD, molto attento alle questioni del versante Prenestino/Collatino ha affermato che si è battutto in Municipio per far approvare nel piano investimenti del Municipio VIII la proposta di una scuola a Colle degli Abeti. Secondo Grasso le risorse possono essere trovate, si tratta solo di fare delle scelte politiche.
Molti gli interventi, le proteste, le esperienze delle famiglie pontenonine che non hanno parlato di politica, ma della loro vita e della difficoltà di costruire una famiglia in queste zone di nuova costruzione. Il dibattito è stato acceso ma oltre alle proteste le famiglie e i comitati hanno fatto le seguenti proposte e richieste:


Le richieste

Per quanto riguarda i Nidi è necessario aprire il più presto possibile il Nido presso l’Oscar Romero che attende da alcuni anni di essere completato perché deve essere allestita la cucina(!!). E' necessario avviare la costruzione del NIDO previsto dalla Convenzione M2 del Centro commerciale Roma EST, aperto dal 2007 ma che non ha visto altrettanto celermente la costruzione delle opere a scomputo. E' necessario aprire nuovi convenzionanti in zona che sono davvero pochi rispetto ad altre parte del Municipio. Per quanto riguarda le Materne e le Elementari è necessario finanziare, nell’emergenza, la costruzione di una struttura anche prefabbricata e finanziare una vera e propria scuola nella zona tra Colle degli Abeti e Nuova ponte di nona, dove c’è una zona destinata ad edilizia scolastica. Inoltre è indispensabile accelerare l'apertura delle due scuole materne quasi pronte nel quartiere di Castelverde. Infine sarebbe opportuno verificare la possibilità di utilizzo di locali vari in zona (per esempio i locali di via Mazzolari sotto case ATER). 

Personalmente ringrazio tutti i cittadini che sono intervenuti, e i politici che hanno partecipato all'evento i quali pur sapendo di andare incontro a contestazioni in un territorio in enorme difficoltà hanno aderito alla assemblea prendendosi gli impegni per affrontare l'emergenza. Noi del Comitato di quartiere vigileremo affinché tali parole non cadano nel vuoto e incalzeremo i politici e le istituzioni affinché vengano rispettati gli impegni presi.

Bruno Foresti

giovedì 3 maggio 2012

Assemblea pubblica sulla scuola

A seguito delle graduatorie delle scuole materne che hanno visto tanti bambini esclusi, a seguito dei pochi posti presenti nel quartiere per l'asilo nido e vista l'esiguità di strutture in tutto il quadrante ESTdi scuole elementari, abbiamo organizzato una assemblea pubblica alla quale tutti voi siete invitati a partecipare. Diffondete e divulgate l'iniziativa!!!! saranno invitati i politici ai quali potremo esprimere le nostre richieste!!!

A Nuova Ponte di nona, Colle degli Abeti, Villaggio Falcone, Lunghezza, Castelverde è emergenza scuola:

CENTINAIA DI BAMBINI RIMASTI FUORI DALLE GRADUATORIE DEI NIDI, DELLE MATERNE O DEL TEMPO PIENO PER LE ELEMENTARI:

E’ ORA DI SVEGLIARCI!

Discutiamone insieme, partecipando alla

ASSEMBLEA PUBBLICA

venerdì 18/05/2012 alle ore 18.00

Presso l’Istituto Comprensivo Nuovo Ponte di Nona,
Via Luigi Gastinelli, n.58

A questa Assemblea saranno invitate Istituzioni, Consiglieri Comunali e Municipali ai quali potremo mostrare le nostri gravi difficoltà riguardanti le scuole di ogni ordine e grado.
                                                        
                                                        
Comitato di quartiere
Comitato di quartiere
Nuova Ponte di Nona   
                Colle degli abeti                     

                                                                                                       

Movimento Genitori Per La Scuola


Designazione cariche di Presidenza Direttivo del CdQ

P.R. CDQ: Facendo seguito l’esito delle votazioni del Consiglio Direttivo del Comitato di quartiere  ‘Nuova Ponte di Nona’  dello scorso ...