lunedì 24 dicembre 2012

Auguri di buon Natale e felice anno nuovo!



A tutti i cittadini facciamo i nostri migliori auguri di un Buon Natale e di un felice anno nuovo!

Luce, speranza, rinascita a vita nuova, questo il nostro augurio, per tutti voi! In fondo Betlemme non era esattamente Gerusalemme, ma una sconosciuta località di ... periferia della terra di Israele. 

Questo è stato un anno speciale per noi, perché ci siamo costituiti come comitato. L'attività, poi, è stata molto intensa, nella speranza che almeno per un poco sia servita per migliorare le sorti del nostro quartiere. Da parte nostra c'è, il desiderio di continuare ad affrontare e risolvere  i problemi di un giovane quartiere periferico in questa difficile ma straordinaria città.

Abbiamo in programma tante iniziative, soprattutto con la bella stagione! Speriamo che l'attività del Comitato di quartiere non serva solamente come cassa di risonanza per le problematiche del quartiere  ma anche come strumento di aiuto reciproco, aggregazione e di condivisione tra i cittadini. 

Un grazie a tutti voi e ancora auguri a voi e ai vostri cari.

Il direttivo del Comitato di Quartiere

sabato 22 dicembre 2012

ACEA: sbalzi di corrente continui...elettrodomestici in fumo!



E' da circa un mese che in tutto il quartiere ci sono sbalzi di corrente, fin anche a black out di durate minime, che provocano danni seri a tutti gli elettrodomestici degli abitanti del quartiere: PC, notebook, frigo, lampadine, forni a microonde, etc. etc. 

Come Comitato di Quartiere abbiamo raccolto la segnalazione sul nostro gruppo Facebook, di diversi cittadini che lamentano il problema e, purtroppo, i danni. Abbiamo quindi inviato una segnalazione formale all'ACEA (distribuzione ed energia) che dovrà rispondere entro 40 gg, pena il procedimento da parte dell' Autorità per l'Energia elettrica e per il Gas

Invitiamo tutti i cittadini a fare anche le singole segnalazioni (utilizzando questo PDF per la maggior tutela o per il mercato libero) e speriamo che questo "smuova" ACEA per la risoluzione del problema.

CARMINE D'ANZICA
Direttivo CDQ



mercoledì 19 dicembre 2012

Ancora case nel quartiere di giovani coppie, ma niente scuole... "solo" un centro anziani di 21 milioni



Dove doveva sorgere un centro sportivo o comunque edifici a destinazione d'uso non residenziale ed invece verranno costruite altre tre palazzine nuove di zecca. Zona: lembo di terra tra la vecchia ponte di nona chiusa al traffico e scuola materna. Con cambio di destinazione d'uso, chiesto con la legge del piano casa della Regione Lazio.  Il nostro quartiere, costruito con una convenzione urbanistica che prevedeva delicati equilibri tra residenziale e non residenziale in relazione alle opere di urbanizzazione secondaria, tra le quali ci sono le scuole, rischia di essere stravolta.

Ma l'aspetto tragicomico è che recentemente è stato pubblicato dalla Giunta Polverini il Regolamento con la quale si dà attuazione alla norma del c.d. "piano casa" che consente interventi su edifici per cambi di destinazione d'uso da non residenziale a residenziale, impegnando a destinare una quota non inferiore al 30% della superficie complessiva oggetto di trasformazione alla locazione a canone calmierato per l'edilizia sociale.

In particolare, si prevede che il diritto a questa tipologia di abitazione con canone calmierato spetterà a giovani coppie sotto i 35 anni. Ma con quale criterio è stato scelto anche il nostro quartiere? Piccolo particolare, ma queste povere giovani coppie a basso reddito potranno portare i loro figli alla materna? Troveranno posto nel quartiere alla scuola primaria?

No, la risposta è sotto gli occhi di tutti.

I numeri dell'emergenza sono stati pubblicati: nel nostro quadrante si continua a costruire e a densificare senza finanziare una scuola che sia una. Eclatante è stata la recente densificazione del piano di Zona Castelverde b4, a pochissima distanza da noi,  che ha previsto l'aumento di 1.200 abitanti senza che sia stata previsto il finanziamento di una scuola.

Non ci sono i soldi. Ci dicono. Quest'anno è stato inaugurato un centro residenziale per anziani del costo di più di 21 milioni di euro, nel quartiere più giovane di Roma. 21 Milioni spesi dal Comune nel quartiere  - non a favore degli abitanti del quartiere - i quali non sanno dove mandare i loro figli a scuola nei prossimi anni. La politica le azzecca tutte.

BRUNO FORESTI
Presidente

lunedì 17 dicembre 2012

Fumi: Incontro in Commissione Sicurezza di Roma Capitale

Il giorno 11 dicembre 2012 si è svolto l'incontro in Commissione Sicurezza del Comune di Roma. L'incontro, chiesto a gran voce dal CdQ Nuova Ponte di Nona, ha trovato sponda nel consigliere comunale Dario Nanni che se ne è fatto promotre. Lo ringraziamo.

La Commissione, presieduta dal Consigliere comunale Fabrizio Santori, ha quindi ricevuto il CdQ Nuova Ponte di nona sulla questione fumi dal Campo Nomadi di Via di Salone. A tale incontro, oltre ovviamente al consigliere Nanni, era presente anche il Gruppo Sicurezza Pubblica ed Emergenziale della Polizia di Roma Capitale al quale il CdQ e i diversi cittadini hanno già in passato trasmesso numerosi fax di segnalazione per la questione fumi. Presente anche il Consigliere municipale Daniele Grasso.

Inizialmente sono intervenuti Dario Nanni e Daniele Grasso per spiegare la grave situazione che si è venuta a creare presso il Campo nomadi di salone, richiedendo una presenza maggiore delle forze di polizia municipale e un maggior controllo del territorio, al fine di risolvere la question con estrema urgenza.

Successivamente è stata data la parola a Bruno Foresti (Presidente del CdQ) che ha denunciato la situazione divenuta ormai insostenibile. Lo stesso ha raccontato dei disagi che i cittadini del quartiere stanno sopportando ormai da due anni e che mettono in  serio pericolo la salute degli stessi e dei piccoli abitanti del quartiere (http://www.nuovapontedinona.org/2012/11/fumi-nocivi-il-comitato-fa-un-esposto.html).

Bruno Foresti ha poi a nome del CdQ, consegnato un dossier sui fumi (che verrà messo agli atti della Commissione) che comprende tutta l’attività svolta dal Comitato: esposti a tutte le autorità e articoli pubblicati sul nostro sito; articoli di giornale; l’interrogazione al Sindaco di Dario Nanni; la mozione approvata dal Municipio all'unanimità che chiede la risoluzione della questione; le foto scattate e pubblicate nel gruppo FB del CdQ.

Successivamente, sempre in Commissione, è stato mostrato il video che ben conoscete e che riproponiamo qui di seguito.


Quindi ha preso la parola il Presidente Santori, affermando che in tutta Roma, nei campi autorizzati, solo a Salone, Via salviati e in un altro campo avvengono questi roghi e che la questione deve essere affrontata. Santori ha poi dichiarato di voler chiedere un maggior controllo del territorio, facendo una riunione con tutti i responsabili dei distaccamenti dei Municipi di Roma e intende fare la riunione proprio a Ponte di nona.

Quindi, Filippi intervenuto in commissione per conto del Gruppo Sicurezza Pubblica ed Emergenziale della Polizia di Roma Capitale, ha relazionato su tutti gli interventi che hanno effettuato nel Campo di Salone: negli ultimi due anni sono intervenuti 120 volte a seguito degli incendi accessi nei pressi del Campo; hanno effettuato il sequestro penale dell’area dell’Italgas e recentemente, dopo l’estate, il sequestro di un'altra area intorno al campo nomadi, denunciando alla procura della Repubblica svariate persone; per poter effettuare il sequestro penale, hanno dovuto effettuare una attività di indagine in base alla quale hanno identificato i responsabili di una organizzazione che acquista o comunque preleva rifiuti per ricavarne metalli e rivenderli; hanno confiscato non molto tempo fa autocarri pieni di materiali con i quali portavano i rifiuti e hanno individuato i conti correnti nei quali provenivano i proventi di questa attività illecita.

Ora è tutto in mano alla procura della Repubblica. 

La loro proposta e' quella di sollecitare la bonifica dei terreni circostanti il campo nomadi e continuare ad effettuare prevenzione con pattuglie di passaggio con repressione e confisca degli autocarri che portano dentro materiale di scarto. 

Siamo stati contenti di apprendere questa importante attività di indagine effettuata dal Gruppo emergenziale sulla sicurezza ma abbiamo fatto notare che i fumi sono continuati successivamente a tali attività.

Abbiamo quindi poi posto una domanda (quasi ovvia...): perché i fumi sono continuati sino a qualche giorno antecedente l'incontro in Commissione? A loro dire si tratterebbe di roghi con materiale raccolti nei mesi precedenti e che per risolvere questo problema sarebbe necessaria una bonifica da parte dei proprietari dei terreni.

Il problema messo in luce dallo stesso Presidente Santori sarebbe l'attuale scarsità di risorse: attualmente una volta al giorno passa una pattuglia della polizia municipale ma ciò non è ovviamente sufficiente. Di qui la decisione di Santori di chiedere maggiori pattugliamenti nella zona e di riunirsi nuovamente nella sede di Nuova Ponte di Nona  insieme ai responsabili dei Municipi interessati dai campi nomadi dove avvengono questi reati (salone VIII municipio, salviati V municipio e candoni XV municipio) per richiedere una presenza fissa presso i campi o almeno un maggior pattugliamento con l'apporto delle unità territoriali della polizia municipale e non solo del gruppo sicurezza pubblica ed emergenziale.

Speriamo che alle parole seguano i fatti!

lunedì 10 dicembre 2012

L'I.C. Nuovo Ponte di Nona: i numeri ufficiali dell'emergenza!


A seguito delle nostre sollecitazioni in Municipio e al Provveditorato,  l'Istituto Comprensivo di Nuova Ponte di nona ci scrive. Si è espresso con favore al nostro interessamento per la prevedibile grave carenza di aule per accogliere gli alunni della scuola primaria nel prossimo anno scolastico, e ci fornisce i dati ufficiali dell'emergenza.  Alle primarie negli ultimi tre anni c'è stato un aumento di 15 classi, con il ritmo di 5 classi all'anno!!! L'Istituto ci conferma che sta sollecitando le Istituzioni competenti (MIUR – Comune – Municipio), al fine di trovare in tempi congrui con l’avvio del prossimo anno scolastico le possibili soluzioni.

.https://docs.google.com/open?id=12_Z2O_J3xB6shT7Ne5XnVdsJB0ad616fIQ1oCsSn25fzgRXVEWP-1msGkdB_

mercoledì 5 dicembre 2012

Emergenza scuole primarie a Ponte di Nona: dove porteremo a scuola i nostri figli?

E' vera emergenza scuola dell'obbligo nel nostro quartiere. Già all'assemblea pubblica organizzata dal nostro Comitato assieme al Comitato di quartiere di Colle degli Abeti del 18 maggio 2012, i dirigenti dei due Istituti Comprensivi del nostro territorio, Ponte di nona vecchio e nuovo Ponte di nona, avevano lanciato il grido di allarme: i posti a disposizione stanno finendo. Grido di allarme ribadito all'assemblea pubblica del 10 luglio.

A luglio, il Dirigente del nostro Istituto comprensivo scrive al Municipio e al Comitato per conoscenza: risolvete il problema! questo il documento:

In questi giorni il comitati di quartiere è andato a parlare con gli insegnanti,  collaboratori dei dirigenti per verificare la questione.

Vediamo cosa sta succedendo all'IC Nuovo Ponte di Nona.
Quest'anno tra le scuole primarie Piazza Muggia e la Corbellini si sono formate ben 9 classi prime. Per far fronte a tante iscrizioni, il Municipio ha dovuto tramezzare le ultime aule rimaste a disposizione. L'anno prossimo 2013/2014 dalle due scuole (Muggia e Corbellini) usciranno  5 quinte, pertanto si libereranno  solamente 5 aule.  Tuttavia è lecito pensare che nell'anno scolastico 2013/20124  il numero di iscrizione all'Istituto Comprensivo Nuovo ponte di nona saranno quanto meno uguali all'anno precedente, vale a dire 9 classi prime e quindi sarà necessario reperire ben quattro aule in più!!! Ma nelle strutture facenti capo all'Istituto comprensivo nuovo ponte di nona ciò non è possibile! Tutto pieno! Badate, sono stime calcolate per difetto, considerando che negli ultimi anni c'è stato un tasso di crescita nelle primarie di ben una classe all'anno, e che quindi gli iscritti per l'anno prossimo potrebbero anche essere superiori a quelli di quest'anno.

Che significa tutto ciò? Che l'anno prossimo se non verranno date ulteriori aule all'istituto comprensivo Nuovo ponte di Nona, solamente circa la metà dei richiedenti potranno far ingresso a quell'istituto comprensivo!!! Ma dove potranno andare i bambini? All'IC Ponte di Nona Vecchio?  Verifichiamo. A quell'istituto fanno capo la scuola primaria Ciriello, la Martelli e la Prampolini.

Nella scuola primaria Ciriello non ci sono assolutamente eccedenze di aule: 15 classi che riempiono tutto l'edificio nel secondo piano. Nel primo piano è presente la scuola materna statale che registra il tutto esaurito. Nella scuola Martelli, a Lunghezza, stesso discorso, tanto è vero che da quest'anno una prima della primaria e una prima della secondaria sono dovute migrare alla Prampolini, nel nostro quartiere. Edificio dove attualmente sono presenti una classe prima della primaria, una classe prima della secondaria e due classi seconde della secondaria.
Da una verifica effettuata dal direttivo del Comitato di quartiere, attualmente le uniche aule disponibili si troverebbero proprio nell'edificio sito in via Prampolini, al piano terra e al primo piano. Speriamo che tali aule potranno bastare per soddisfare le esigenze del prossimo anno e negli anni successivi! Il dramma vero avverrà negli anni successivi, a partire dell'anno scolastico 2014/2015, quando le aule a disposizione molto probabilmente potrebbero finire e molti bimbi di Prato fiorito, Lunghezza, Nuova Ponte di nona e Colle degli abeti, non sapranno dove andare!!!!

Il Comitato di Quartiere oltre ad avere denunciato al questione durante le assemblee e in una nota a Luglio, ha scritto recentemente all'Ufficio regionale scolastico della Regione Lazio, il quale, a sua volta,  ha scritto al Municipio in questo modo:

Facendo seguito alla segnalazione del Comitato di quartiere Nuova Ponte di Nona  - Roma est 
del 18 luglio 2012, che ad ogni buon fine si allega alla presente, si chiede ai responsabili degli Uffici competenti di codesto Municipio sollecite proposte risolutive circa la situazione presentata nella suddetta segnalazione. 
Con la presente si richiede, inoltre, al Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo in 
questione di informare questo Ufficio con una puntuale e circostanziata relazione sulla situazione in parola, al fine di rendere possibile una risoluzione del problema segnalato dal predetto comitato e garantire, pertanto, il regolare funzionamento dell’Istituto scolastico ed il diritto allo studio.

Questo il documento:

Ora attendiamo risposte dal Municipio e dal provveditorato e attendiamo di essere convocati per verificare la questione!!!

E' bene nel frattempo che tutti i cittadini siano informati della vicenda!





mercoledì 28 novembre 2012

Fumi nocivi: il Comitato fa un esposto al Prefetto per pericolo di danni alla salute

Aggiornamento: nuovo esposto il 27 novembre!



Non ci sono più aggettivi per descrivere quello che succede ormai troppo frequentemente presso il Campo nomadi di via di Salone: colonne di fumo nero, denso, acre e nocivo che si elevano nel cielo con cadenza quasi giornaliera, fino a raggiungere il nostro quartiere e altri quartieri limitrofi, come Colle degli Abeti, La Rustica, Case Rosse.

Perché? Raccolta illecita di rifiuti tossici e smaltimento tramite roghi  dolosi. Una vera e propria attività criminale fatta a danno della salute di coloro che abita nel campo e dei cittadini dei quartieri più vicini. 
E non è la prima volta che segnaliamo la cosa. Abbiamo un'ampia rassegna stampa: http://www.nuovapontedinona.org/search/label/fumi.
Le fotografie stanno a testimoniare di quanto successo non più tardi del fine settimana scorso.

Ma vi sembra normale?

Ormai la cadenza è quasi giornaliera. Stessa cadenza per le chiamate a Vigili del fuoco, Carabinieri, Polizia di Stato, Polizia Municipale che i cittadini del quartiere e il CdQ fanno. Poi seguono esposti, fax, telefonate, articoli, post, foto e...di tutto insomma! La Polizia Municipale intervenne pure, sequestrando penalmente un terreno dell'Italgas adiacente al campo dove venivamo raccolti e bruciati i rifiuti. Ma i roghi sono continuati lo stesso!
Tutti sanno, tutti denunciano, tutti si arrabbiano...nessuno, che dovrebbe, risolve. Il problema, che sembra insormontabile, è che bisogna prenderli in flagranza di reato e gli appostamenti costano, il controllo 24h/24 pure...
La postazione della Pulizia Municipale nel Campo nomadi non c'è più da qualche tempo e la vigilanza privata può solo chiamare le forze dell'ordine ed i vigili del fuoco, a fatto ormai avvenuto. Non può fare altro.



Nube tossica sopra le scuole!!!

"Non vendiamo sogni ma solide realtà", dice(va) un noto spot che ha abbindolato molti di noi. Ma forse non specificava che le realtà spesso sono degli incubi. Come questo.
E "c'è ben altro", ci potremmo anche sentir dire! Ma non basta l'inerzia dello Stato davanti ad attività illegali condotte da professionisti che sguazzano nelle maglie larghe del nostro sistema giudiziario? Serve altro nel dimostrare la resa? 
Come già detto: dobbiamo forse aspettare casi tumore causati dalla diossina, magari ai piccolini del nostro quartiere, per esibire il caso pietoso in qualche televisione, affinché qualcuno risolva questo problema? Siamo noi la vera minoranza: cittadini onesti in balia di 4 furfanti a cui non importa nulla nemmeno dei loro figli (perché anche loro respirano questi fumi nocivi...).


Ci sono dubbi sulla provenienza?







Ora i cittadini di Ponte di Nona non no possono più è giunto il tempo di dire BASTA! Il Comitato di quartiere, ieri ha provveduto a trasmettere un esposto al Prefetto di Roma per affrontare l'emergenza.

Segue il nostro esposto inviato al prefetto. A breve anche un video-documentario su questo scempio.


martedì 27 novembre 2012

Fumi nocivi: nuovo esposto del Comitato di quartiere

A seguito della nuova ondata di fumi nocivi provenienti da roghi accessi nei pressi del Campo nomadi di Via di salone, il Comitato di quartiere ha inoltrato un ulteriore esposto, ai Carabinieri e alla Polizia Municipale, coinvolgendo anche l'ARPA e l'ASL Roma B. Questa è solo una delle iniziative che abbiamo intenzione di intraprendere al fine di combattere questa piaga che sta danneggiando la salute nostra e dei nostri figli. Vi comunicheremo presto le altre novità.

Spett.le Comando dei Carabinieri
SETTECAMINI
Via Rubelia, 6
Fax: 064190933
Tel: 064190148

Spett.le Comando Polizia ROMA 
CAPITALE
Via Fernando Conti 11
fax: 0667695102
Tel: 0667695100

Polizia ROMA CAPITALE
U.O. Gruppo Sicurezza Pubblica 
ed Emergenziale
fax 06 67696718 - 06 2283023
ROMA

ASL Roma B
Direttore Generale
Via Filippo Meda, 35 - 00157 
Tel. 06 4143 3257
Fax 06 4143 3256

ARPA
Direttore Tecnico 
ing. Rossana Cintoli
Commissario Straordinario 
avv. Corrado Carrubba
Sub Commissario dott. Giovanni 
Maria Arena
Sezione Prov.le Roma
via Giuseppe Saredo,52
00173 Roma
fax: 0672961808
Tel: 06729612
OGGETTO: Esposto e richiesta di intervento
Questo Comitato di Quartiere  "Nuova  Ponte di Nona-Roma Est" intende esp



OGGETTO: Esposto e richiesta di intervento
Questo Comitato di Quartiere  "Nuova  Ponte di Nona-Roma Est" intende esporre
ancora una volta il costante ed estremo disagio e il grave pericolo per la salute pubblica degli 
abitanti del quartiere c.d. "Nuova Ponte di Nona" e degli stessi abitanti del campo nomadi di 
Via di Salone,  causato dalla continua emissione illecita di fumi nocivi  dovuta a roghi di 
rifiuti tossici, accessi nei pressi dello stesso campo nomadi di Via di Salone.
Gli incendi e i fumi neri, dall'odore acre, che rendono l'aria irrespirabile, sono ormai 
giornalieri, diurni e notturni e nell'ultimo anno ne è aumentata sia la frequenza che l'entità e 
inondano di sovente il nostro quartiere.
Il presente esposto,  indirizzato ai Carabinieri, alla Polizia Municipale all’ARPA 
Lazio e alla ASL Roma B  è finalizzato  oltre a reprimere le condotte criminali  anche a 
richiedere l’intervento  dei  tecnici per analizzare la salubrità dell'aria nel quartiere e nel 
campo nomadi gestito dal Comune, ovviamente in occasione degli incendi suddetti.
Tale situazione di illegalità diffusa che mina la salute nostra e dei nostri figli non è 
più tollerabile! Si prega, per quanto  di  rispettiva competenza, di porre in essere tutte le 
attività idonee all'accertamento e alla repressione dei reati eventualmente riscontrati.
Rimanendo a disposizione per qualsiasi chiarimento e in attesa di un Vostro riscontro 
si porgono cordiali saluti

lunedì 19 novembre 2012

La fermata della FR2 (che non c'è) arriva in Senato

Continua la telenovela della Fermata Fr2di Ponte di nona: il Ministero delle infrastrutture sarà chiamato a rispondere della mancata costruzione.
La fermata...che non c'è!
"Vendiamo sogni non solide realtà", verrebbe da dire...ma lo spot era un'altro e quando si andava nel gabbiotto del venditore veniva sempre messa in bella mostra la fermata della FR2 che sarebbe dovuta sorgere nel quartiere nuova ponte di nona.

e dove dovrebbe continuare...
Dal punto di vista urbanistico, tutto il nostro quartiere non poteva essere costruito se non fosse stata prevista una fermata della FR2. E In effetti la fermata era stata prevista ma dopo tanti anni mai costruita!!!

E dire che i lavori dei parcheggio di scambio, costruito con soldi pubblici (oneri a scomputo) sono terminati da un pezzo, ma della fermata nulla. Tempo addietro, insospettiti ci permettemmo di chiedere a Chiara Colosimo, presidente della Commissione mobilità della Regione Lazio  che fine avesse fatto al fermata ma nessuno in Regione volle seguire la vicenda. Il Comitato di quartiere scrisse anche al sindaco Alemanno!!!

una parte (piccolissima) dei parcheggi presenti...ma senza fermata!

Il problema vero è che un veto dell'ANAS ha da sempre bloccato i lavori che RFI vorrebbe fare. E tutto si è fermato. Purtroppo la legge prevede che ci sia una certa distanza tra la sede autostradale e la fermata. E' un problema risolvibile, basta spostare la fermata di trenta metri verso Roma. Ma ci vuole la volontà di farlo!!!
Speriamo che tutti quanti: Ministero, ANAS, RFI Regione, Comune e chi ha precise responsabilità in questa telenovela pensi prima di tutto, questa volta, al cittadino, stufo di subire il traffico mattina dopo mattina.

Intanto la questione, grazie ad alcuni cittadini del quartiere, è finita in Senato. Il Ministero delle infrastrutture sarà chiamato a rispondere!!! Che fine ha fatto la fermata Fr2 di ponte di nona?

Riportiamo l' interrogazione fatta dal senatore Pedica, che grazie al cielo,  parla anche di pedaggio della A24. Ma su questo scriveremo uno specifico post.

"Atto n. 4-08689 
Pubblicato il 15 novembre 2012, nella seduta n. 836 
PEDICA , BELISARIO - Ai Ministri dell'interno e delle infrastrutture e dei trasporti. - 
Premesso che: 
il quartiere Ponte di Nona, conosciuto anche come Nuova Ponte di Nona, è un nuovo agglomerato urbano di Roma, situato nel territorio del municipio VIII. Si estende a ridosso della via del Ponte di Nona, a sud della via Collatina;
è una zona periferica che si caratterizza per numerose problematiche: dall'assenza di scuole alle strade dissestate, a seri problemi di viabilità, come lamentano i residenti;
secondo quanto riferito agli interroganti, infatti, per gli abitanti di Ponte di Nona l'unica via percorribile in modo sicuro per raggiungere sia il grande raccordo anulare sia il centro città è il tratto autostradale a pagamento della A24 (recentemente rincarato a 1,10 euro a tratta), sul quale si riversa il trasporto privato, mentre quello pubblico locale su gomma (al momento l'unico presente) si incanala lungo la via Collatina, stretta e congestionata;
inoltre, da quando sono iniziati i lavori di costruzione delle corsie complanari della A24 tra lo svincolo di viale Palmiro Togliatti e la barriera di Roma est, le carreggiate dell'autostrada sono state ristrette per tutta la lunghezza del tratto, la corsia di emergenza è stata eliminata in gran parte del tragitto e il traffico è aumentato in maniera consistente;
oltre tutto il quartiere, destinato a centralità urbana e metropolitana dal nuovo piano regolatore generale, è stato concepito con il presupposto che sarebbe stata realizzata la fermata "Ponte di Nona" sulla tratta ferroviaria, gestita da Trenitalia, Roma Tiburtina-Lunghezza della linea FR2. La realizzazione di questa infrastruttura avrebbe notevolmente migliorato la mobilità da e per il quartiere;
i fondi per la realizzazione della fermata indicata sono già da tempo stanziati dalla Regione Lazio ma, in sede di conferenza dei servizi presso il Ministero delle infrastrutture e trasporti, un veto opposto dall'Anas, che ritiene la prevista stazione troppo vicina alla costruenda complanare, avrebbe di fatto bloccato l'avvio dei lavori;
i cittadini, sottolineando l'elevata densità abitativa del quartiere e di quelli limitrofi, da Colle degli Abeti a Lunghezza (circa 60.000 nuovi abitanti in pochissimi anni), chiedono interventi urgenti capaci di assicurare un trasporto efficiente che permetta in breve tempo di raggiungere il centro della città;
è stato inoltre evidenziato agli interroganti come, a fronte di questa difficile situazione nel quartiere, si stia continuando a costruire appartamenti senza dedicare alcuna attenzione al problema della viabilità;
si tratta di cittadini che lamentano l'assenza delle istituzioni e in particolare del Comune e che, ad avviso degli interroganti, dovrebbero essere tutelati dalle istituzioni competenti,
si chiede di sapere: 
se i Ministri in indirizzo siano a conoscenza dei fatti esposti;
se e quali provvedimenti, nell'ambito delle rispettive competenze, intendano adottare a tutela dei cittadini interessati;
se risulti che la costruzione della fermata ferroviaria di Ponte di Nona sia tuttora prevista e con quali tempi di realizzazione;
se risulti che il traffico, che in entrambi i sensi di percorrenza insisterà sulle costruende corsie complanari, sarà sottoposto al pagamento del pedaggio in corrispondenza delle uscite e delle immissioni."


venerdì 16 novembre 2012

Presidente, Vice Presidente e Segretario nominati dal nuovo direttivo

Ieri alle 21 si è svolta la prima riunione del nuovo direttivo del Comitato di quartiere Nuova Ponte di nona, eletto con le elezioni di sabato scorso. Il nuovo direttivo ha riconfermato all'unanimità Bruno Foresti, Presidente e Roberto Battistoni, Vice Presidente. Elisa Cherubini è, invece, il nuovo Segretario.
Successivamente alla nomina delle cariche, il direttivo  ha riconfermato fortemente la volontà di essere un comitato apolitico. Conseguentemente, il Presidente ha chiesto ai consiglieri presenti che, qualora si volessero candidare alle ormai prossime elezioni amministrative, si sarebbero dovuti dimettere immediatamente dalla carica. Inoltre il Presidente ha chiesto ai consiglieri presenti di dichiarare l'eventuale appartenenza a movimenti politici o l'eventuale intenzione di effettuare pubblicamente campagna elettorale per qualche soggetto o uomo  politico. In tal caso sarebbe scattata l'incompatibilità e la successiva decadenza. Tutti i consiglieri hanno rassicurato sul fatto che non sarebbe stata loro intenzione di porre in essere le condotte sopra descritte, compreso Claudio di Leo, che si era presentato alle scorse elezioni amministrative nel Municipio VIII. A rafforzare il principio di apoliticità del Comitato sono state introdotte alcune norme nello statuto che consentono al direttivo, mediante votazione,  di dichiarare la decadenza di un consigliere incompatibile. Inoltre, a rafforzare la compattezza del direttivo, sono state introdotte altre norme nello statuto che consentono al direttivo, mediante una votazione, di dichiarare la decadenza di un consigliere allorché ponga in essere iniziative per conto proprio o, indebitamente, per conto del comitato, contrarie alle delibere del direttivo stesso. 

Successivamente alla discussione di queste questioni preliminari ma comunque  importanti per essere un comitato credibile, il Direttivo ha stabilito che le emergenze da affrontare immediatamente sono la questione della carenza di aule per la scuola primaria (mancano all'appello 5 aule per il prossimo anno scolastico, e almeno altre 15 aule per i 3 anni successivi) e dei fumi nocivi provenienti dal Campo nomadi Salone. Se queste sono le emergenze, non trascureremo la questione della viabilità e dei trasporti. A breve vi informeremo sugli sviluppi della vicenda e sulle iniziative che abbiamo deciso di porre in essere.





domenica 11 novembre 2012

Elezioni pubbliche: rinnovato il direttivo!




Sabato 10 novembre, dalle ore 10 alle ore 16, si sono tenute al parco di Nuova Ponte di Nona le elezioni pubbliche del direttivo del Comitato di quartiere. Il Comitato, costituitosi a febbraio di quest'anno, ha inteso legittimarsi, come previsto dallo Statuto, con elezioni, alle quali potevano partecipare tutti i cittadini, abitanti del quartiere.

Mediante un'opera di volantinaggio nelle buche delle lettere e di apposizione di cartelli al parco e nelle scuole, è stato divulgato l'evento, ripreso anche dalla stampa locale. Ovviamente questo sito e soprattutto facebok sono stati fondamentali nel richiamare la gente. Tutti i cittadini potevano candidarsi come componente del direttivo.

199 cittadini sono venuti al parco per votare. Dovevano scegliere tra 15 candidati gli 11 membri del direttivo, esprimendo fino a 11 preferenze. Questo il risultato delle votazioni

Bruno Foresti 112 voti
Elisa Cherubini 109 voti
Roberto Battistoni 106 voti
Monica Lugini 100 voti
Chiara Del Guerra 98 voti
Francesco Ortolani 96
Antonella Pipieri 96
Patrizia Magnanimo 92
Carmine D'Anzica 78
Claudio Di Leo 36
Patrizio Carnassale 35
Andrea Cerrone 30
Lorenzo Rapparelli 25
Dario Culoma 22
Di Cristo Emilio 14

Pertanto, il nuovo direttivo del Comitato di quartiere Nuova Ponte di Nona, è formato da Bruno Foresti, Elisa Cherubini, Roberto Battistoni, Monica Lugini, Chiara Del Guerra, Francesco Ortolani, Antonella Pipieri, Patrizia Magnanimo, Carmine D'Anzica, Claudio Di Leo, Patrizio Carnassale.

I membri del vecchio direttivo, che avevano costituito il Comitato sono stati tutti riconfermati, tranne Francesco Gargiuoli, perché ha inteso non ricandidarsi. A breve, il direttivo si riunirà per eleggere il Presidente, il VicePresidente, il Segretario, verificare eventuali incompatibilità e stabilire le priorità della sua azione nei prossimi mesi. 

Ci ha fatto molto piacere vedere le tante persone che sono venute a votare, vedere la fila alla postazione elettorale è sicuramente un risultato importante. 
Tanto c'è da fare per Nuova Ponte di Nona e la buona partecipazione è sicuramente un segnale della voglia di tutti i pontenonini di migliorare l'esistente e di far sentire la loro voce ed è sicuramente un segnale positivo per il futuro del nostro amato quartiere. 

giovedì 8 novembre 2012

Di Cosimo: nel bilancio scuole per il nostro quadrante!

AGGIORNAMENTO SITUAZIONE SCUOLA.  BUONE NOTIZIE DA PARTE DI DI COSIMO!!!.

Come sapete, l'attività del Comitato si è concentrata, negli ultimi 9 mesi, sulla questione scuola. 
Abbiamo organizzato incontri con politici e ben due assemblee pubbliche alle quali hanno partecipato molti abitanti del quartiere. Partecipò anche il Presidente della Commissione urbanistica Di Cosimo, che si è interessato personalmente della vicenda. Tra le altre cose si era dibattuto dell'emergenza scuola materna con liste d'attesa da record. 

E' notizia di ieri fornita dallo stesso Di Cosimo, che nel bilancio di Roma capitale approvato la scorsa notte, è riuscito a far inserire la costruzione di una scuola Materna alla fine di Via "Mejo de gnente", come opera a scomputo! Siamo contenti di questa notizia e ringraziamo il consigliere Di Cosimo per essersi prodigato per il nostro territorio.

Ricordiamo inoltre che proseguono velocemente i lavori di una costruzione di un asilo nido a Ponte di Nona vicino al centro commerciale! Dovrebbe aprire anche un altro nido vicino a via Don Primo Mazzolari (Ponte di nona vecchia) denominato "Oscar Romero".

Più in generale, per quanto riguarda la situazione del quadrante e non del nostro quartiere, sempre Di Cosimo ci ha riferito che nello stesso bilancio c'è la chiusura della questione fondi TAV grazie alla quale potrà essere costruita finalmente una nuova scuola media a Corcolle. Tra non molto i progetti saranno presentati. Molto probabilmente lunedì aprirà la scuola elementare di Castelverde. 

L'approvazione del bilancio consentirà al nido di Largo Rotello, in via di consegna, di aprire con gestione, per il primo anno, diretta. La Montemichelangelo aprirà invece il prossimo anno. 

Anche la nuova scuola materna di Villaggio Prenestino procede alacremente. Per l'inizio dell'anno sono previsti i  lavori scuola nel PDZ Lunghezzina 2.

Invece, per quanto riguarda il problema delle elementari presenti nell'Istituto Comprensivo del nostro quartiere, che ormai ha terminato le aule a disposizione, la questione purtroppo è tutta da affrontare e come comitato di quartiere ci impegneremo nel seguire da molto vicino la questione.

Mercatino di natale al casale rosso!


MAMME LABORIOSE

In collaborazione con l’Associazione Papillon

 presenta:

Il Mercatino di Natale di Mamme Laboriose

15 e 16 Dicembre 2012,  dalle ore 10:00 alle ore 18:00

Nella suggestiva cornice del parco della Biblioteca Casale Rosso di Ponte di Nona, le "mamme laboriose" invitiano a trascorrere due giorni immersi nella magia del Natale.Curiosando tra le bancarelle di artigianato locale e hobbystica avrete la possibilità di acquistare regali di natale unici e artigianali. Saranno presenti inoltre espositori con stand informativi su ecologia e salute.

Durante tutta la manifestazione sara’ presente un punto di raccolta di giocattoli, vestitini e scarpe per bambini che Mamme Laboriose donerà all’Ass. Virtus Italia Onlus.

Tutti i bambini che parteciperanno potranno divertirsi con un animatore che sarà a disposizione per tutto il pomeriggio con giochi e intrattenimento. Inoltre nei locali interni della Biblioteca si terrà, in una delle due giornate di esposizione, un’interessante presentazione di un libro sugli usi e costumi di Roma.

Antica "Collatia" nel nostro quartiere

Pubblichiamo un articolo uscito su CinqueGiorni, in cui il nostro Carmine D'Anzica ha illustrato le "bellezze" del quartiere che purtroppo sono lasciate a loro stesse.

Il link

lunedì 5 novembre 2012

Elezioni del direttivo: ecco i candidati



Come già pubblicato su questo sito internet, sabato 10 Novembre, dalle ore 10.00 alle ore 16.00 alla rotonda del parco, si terranno le elezioni del direttivo del Comitato di quartiere nuova Ponte di nona. Sarà messa a disposizione per tutta la giornata un seggio elettorale all'aperto. Così ognuno potrà votare quando troverà un momento libero per poter votare.
Il direttivo sarà un organo formato da 11 membri. Ogni elettore potrà scegliere all'interno della lista dei candidati che sarà riportata sulla scheda fino a 11 preferenze, apponendo una crocetta accanto ai nomi prescelti. Diventeranno componenti del direttivo gli 11 candidati più votati. Sono chiamati a votare i residenti del quartiere (i quali devono presentare un documento da dove risulti la residenza) e gli abitanti che hanno nel quartiere il proprio domicilio (che devono presentare una bolletta di una utenza)


Questa è la lista dei candidati, pubblicata in ordine alfabetico

  1. Battistoni Roberto
  2. Carnassale Patrizio 
  3. Cerrone Andrea 
  4. Cherubini Elisa 
  5. Culoma Dario 
  6. D’Anzica Carmine 
  7. Del Guerra Chiara 
  8. Di Cristo Emilio 
  9. Di Leo Claudio 
  10. Foresti Bruno 
  11. Lugini Monica 
  12. Magnanimo Patrizia 
  13. Ortolani Francesco 
  14. Pipieri Antonella 
  15. Rapparelli Lorenzo

Ricordiamo che del direttivo uscente  - che ha ricostituito il Comitato di quartiere a febbraio di quest'anno - si sono ricandidati Bruno Foresti, Roberto Battistoni, Antonella Pipieri, Elisa Cherubini, Carmine D'anzica, Francesco Ortolani.

Tutti i candidati potranno presentarsi agli elettori  all'inizio delle elezioni e sul gruppo facebook https://www.facebook.com/groups/nuovapontedinona/ a partire da oggi.

mercoledì 31 ottobre 2012

Il Cdq incontra l'assessorato all'Ambiente. Nuovi giochi ed impianto di irrigazione



Potete leggere sulle pagine di questo sito che in un evento dell'Associazione papillon al Casale rosso, l'Assessore Visconti aveva promesso di mettere altri giochi nel parco. Ricorderete pure della nostra richiesta di informazioni all'Assessorato sulla questione. Oggi sono stato convocato presso l'Assessorato e ricevuto da Marco Visconti Jr, delegato ai rapporti politici dell'Assessorato all'Ambiente, il quale mi ha confermato che tra 15 GIORNI INIZIERANNO I LAVORI DI INSTALLAZIONE DI ULTERIORI GIOCHI RISPETTO A QUELLI ESISTENTI E DI RECINZIONE DELL'AREA GIOCHI PER I BAMBINI in modo tale da proteggerli dai bambini più grandi (pallonate varie ecc..) e da eventuali cani ingiustamente girovaghi.

Inoltre ho sottoposto all'Assessorato la questione del mancato funzionamento dell'impianto di irrigazione. L'assessorato si è IMPEGNATO ad AFFRONTARE la questione, facendo sopralluoghi per verificare cosa non funziona, al fine di risolvere il problema. Già di fronte a me sono stati chiamati al telefono il responsabile del servizio giardini del municipio VIII e il responsabile del catasto delle aree verdi per accertarsi della situazione. Sono rimasto d'accordo che ci avrebbe fatto sapere sugli sviluppi della vicenda. Infine ho posto all'attenzione la questione dei FUMI provenienti da Via di Salone e mi hanno consigliato di fare un esposto alla ASL al fine di far verificare la nocività dei fumi.

Bruno Foresti
Presidente CDQ

lunedì 22 ottobre 2012

Parco giochi, l'Assessorato risponde: fatto il sopralluogo, adesso il progetto preliminare

Non si è fatta attendere la risposta dell'Assessorato alla nostra email pubblicata su questo sito, circa il promesso parco Giochi per bambini. Riportiamo in calce la l'email dello staff dell'Assessore. Come comitato seguiremo da vicino la vicenda. Per adesso il sopralluogo è stato effettuato e siamo alla fase del progetto preliminare. Confidiamo in un andamento celere nella procedura a vantaggio di tutti i bimbi di nuova Ponte di nona


Gent.mo Sig. Bruno Foresti,
facciamo seguito alla Sua comunicazione e al sopralluogo effettuato dal sottoscritto il giorno 11 ottobre u.s. per informarla che questo Assessorato, dopo aver  verificato la copertura finanziaria della realizzazione, in data 15.10.2012  ha interessato l’Arch. Giovanni Velli responsabile del servizio, che ci legge per conoscenza, affinché provveda all’elaborazione di un preliminare di progetto per la realizzazione di un’area giochi per bambini all’interno del Parco, o affiancandola, o installandola al posto di quella attuale.
Sarà nostra cura comunicarLe eventuali ulteriori sviluppi in merito.
Cordiali saluti.

Roberto Miccò
Staff Assessore
Assessorato alle Politiche Ambientali e del Verde Urbano

Il Comitato scrive all'Assessore Visconti: ma i giochi nel parco che aveva promesso?




Era 15 Giugno 2012, Casale Rosso. Evento organizzato dall'Associazione Papillon. Presente l'Assessore Visconti e tra i cittadini anche alcune membri del Comitato. L'Assessore promette i giochi nel parco. Una cosa non difficile - disse - Già abbiamo il bando. Mando un tecnico a fare il sopralluogo. Non se ne seppe più nulla.

Il Comitato di quartiere ha scritto all'Assessore Visconti, affinché vengano mantenute le promesse in questo scampolo di legislatura.

                                                                                  ASSESSORE ALL’AMBIENTE
ROMA CAPITALE

Marco Visconti 
Fax: 06671071254 
Fax: 0677205724

ROMA                                   

Oggetto: richiesta di giochi parco pubblico Ponte di nona           
Egregio Assessore,
Questo Comitato di quartiere le scrive facendo riferimento all'incontro tra Lei e i cittadini del quartiere, organizzato dall'associazione Papillon, tenutasi il 15 Giugno 2012 nel Casale rosso del parco di Ponte di Nona, in cui si è discusso, tra l’altro, dell’incremento dei giochi pubblici nel parco.
In occasione di tale incontro,  vennero fuori delle indicazioni concrete e importanti. In particolare, ci fu una Sua concreta promessa di installare nel Parco, dei giochi per bambini particolarmente ben fatti, di moderna concezione e adatti a diversa tipologia di utenza per età. La cosa si poteva fare subito – ci disse – perché già erano stati stanziati i fondi.
In effetti, il parco di Ponte di Nona, che peraltro serve anche tantissime zone attorno al nostro quartiere (Colle degli abeti, Lunghezza, Villaggio falcone, Villaggio Prenestino, Prato fiorito) è frequentato da tantissimi bambini. Infatti, il nostro quartiere è abitato prevalentemente da giovani coppie con figli piccoli e risulta  essere uno dei quartieri con più alto tasso di natalità in tutta Roma.
Nonostante questo il Comune o altri enti pubblici non ha mai installato giochi nel parco. Esistono solamente due altalene e uno scivolo donato dal Centro commerciale ma totalmente insufficiente per far fronte all'altissima affluenza di pubblico.
Attendiamo fiduciosi che le promesse espresse in quell'incontro pubblico si concretizzino presto. Rimaniamo a disposizione per qualsiasi sopralluogo e forma di collaborazione.
In attesa di un suo cenno di riscontro, le porgiamo cordiali saluti.                       
Roma, 22/10/2012
IL PRESIDENTE
 (Bruno Foresti)

mercoledì 17 ottobre 2012

Bellezze archeologiche del quartiere

La nostra zona è ricca di storia e di tesori archeologici. Ci siamo divertiti quindi a localizzarli e il risultato è una mappa in cui è evidente che ogni giorno attraversiamo o sfioriamo luoghi ricchi di storia, che possono farci guardare con occhi diversi al nostro quartiere.

Non siamo quindi in presenza solo di una centralità metropolitana, con i problemi di tutte le nuove periferie, specialmente in un momento di crisi. Siamo anche in un luogo da ammirare, scoprire e valorizzare. Le ricchezze archeologiche che emergono infatti, attraversano, partendo dall'epoca del ferro, tutta la storia. 

Sarebbe bello quindi poter godere a pieno di  queste ricchezze e per farlo, come prima cosa, dobbiamo partire dalla consapevolezza di quello che abbiamo intorno. 

La mappa è sicuramente incompleta e imprecisa (e ci farebbe piacere che chiunque possa e voglia, contribuisca a migliorarla), ma può dare l'idea delle meraviglie che abbiamo intorno. Speriamo che questo possa essere un primo passo per contribuire alla salvaguardia e alla valorizzazione di tali ricchezze.


Visualizza Luoghi archeologici zona Ponte di Nona in una mappa di dimensioni maggiori


Di seguito un video di una piccola esplorazione fatta da Carmine D'Anzica. Sembra un posto lontano ed invece è qui, a due passi da noi. 


lunedì 15 ottobre 2012

Elezioni: Regolamento elettorale



Regolamento per le elezioni del direttivo del Comitato di quartiere di Nuova Ponte di Nona nel rispetto delle norme dello statuto.

1. GIORNATA e LUOGO DELLE ELEZIONI.
 10 Novembre 2012, dalle ore 10.00 alle ore 16.00 presso la rotonda del parco pubblico di Nuova Ponte di nona


2. COMMISSIONE ELETTORALE
La Commissione elettorale, nominata dal Consiglio Direttivo in carica, è formata da:
il Presidente;
il Segretario;
uno o più scrutatori.

3. AVENTI DIRITTO AL VOTO: i Cittadini maggiorenni residenti o domiciliati nel quartiere nuova ponte di nona (comprensorio Ponte di Nona E1). Gli elettori devono dimostrare di avere diritto di voto esibendo la patente o valido documento di identità dal quale deve risultare, oltre alle generalità, anche la residenza nel quartiere. I cittadini non residenti, ma domiciliati, nel quartiere, per essere ammessi al voto o alla candidatura, devono esibire oltre a valido documento di identità anche l'ultima fattura relativa ad una delle seguenti utenze:- telefono, gas, acqua e luce.
" La fattura relativa a dette utenze deve contenere i seguenti dati:
" Nome e cognome del titolare dell'utenza, uguali a quelli del documento esibito;
" Indirizzo dell'utenza compreso nel territorio del quartiere:
" Periodo di fatturazione immediatamente precedente a quello dell'elezione

4. CANDIDATURE
L'incarico, non retribuito, di membro del Consiglio Direttivo, Presidente, Vice Presidente, Segretario, è incompatibile con qualsiasi carica politico-istituzionale presso enti locali (Consigliere Municipale, Comunale, Regionale, Assessori ecc..) e con qualsiasi attività di natura politica a livello territoriale svolta per conto di un partito o movimento politico.
Potranno candidarsi tutti gli abitanti di Nuova Ponte di Nona (Consorzio Ponte di Nona E1) che dimostrano la residenza o il domicilio nel quartiere. I cittadini non residenti, ma domiciliati, nel quartiere, per essere ammessi alla candidatura, devono esibire oltre a valido documento di identità anche l'ultima fattura relativa ad una delle seguenti utenze:- telefono, gas, acqua e luce.
" La fattura relativa a dette utenze deve contenere i seguenti dati:
" Nome e cognome del titolare dell'utenza, uguali a quelli del documento esibito;
" Indirizzo dell'utenza compreso nel territorio del quartiere:
" Periodo di fatturazione immediatamente precedente a quello dell'elezione o della candidatura.

Ogni cittadino che intenda candidarsi deve trasmettere la propria candidatura all’indirizzo mail cdqpontedinona@gmail.com entro e non oltre il 3 novembre 2012, dichiarando la propria volontà di candidarsi e indicando nome, cognome e indirizzo di residenza o di domicilio.
La convalida dei candidati avverrà prima di procedere alle operazioni di voto. I candidati devono presentarsi entro le ore 9.30 del 10 novembre 2012, pena la decadenza della candidatura, muniti della documentazione attestante la propria identità e il proprio diritto di candidatura. Possono presenziare alle operazioni di convalida delle candidature, tutti i candidati.


4. MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLE ELEZIONI. 
Il Voto è segreto. I cittadini che hanno diritto al voto utilizzano una scheda elettorale messa a disposizione dalla Commissione elettorale presso il seggio elettorale nella quale sono indicati tutti i nominativi dei candidati alla carica di componente del consiglio direttivo del Comitato di quartiere. Gli abitanti possono esprimere il loro voto indicando mediante un segno su un apposito riquadro apposto accanto alla generalità del nominativo del candidato, la preferenze per uno o più candidati fino ad un massimo di 11 preferenze.
Al termine delle operazioni di voto, previsto per le ore 16.00, il seggio elettorale procede allo spoglio delle schede. Sono eletti come componenti del direttivo del Comitato di quartiere gli 11 candidati che hanno ricevuto più voti. In ogni caso, anche qualora il candidato risultasse tra i primi undici, non può far parte del Consiglio direttivo se non ha ricevuto almeno dieci voti. In caso di parità di voti è preferito il candidato più anziano

Elezioni al direttivo: candidature




Ti vuoi candidare ad essere componente del Consiglio del direttivo? Presenta la tua candidatura all'indirizzo mail cdqpontedinona@gmail.com entro e non oltre il 3 novembre 2012, dichiarando la propria volontà di candidarsi e indicando nome, cognome e indirizzo di residenza o di domicilio. Il tuo nome comparirà sulla scheda elettorale



L'incarico, non retribuito, di membro del Consiglio Direttivo, Presidente, Vice Presidente, Segretario, è incompatibile con qualsiasi carica politico-istituzionale presso enti locali (Consigliere Municipale, Comunale, Regionale, Assessori ecc..) e con qualsiasi attività di natura politica a livello territoriale svolta per conto di un partito o movimento politico. Potranno candidarsi tutti gli abitanti di Nuova Ponte di Nona (Consorzio Ponte di Nona E1) che dimostrano la residenza o il domicilio nel quartiere. I cittadini non residenti, ma domiciliati, nel quartiere, per essere ammessi alla candidatura, devono esibire oltre a valido documento di identità anche l'ultima fattura relativa ad una delle seguenti utenze:- telefono, gas, acqua e luce.
" La fattura relativa a dette utenze deve contenere i seguenti dati:
" Nome e cognome del titolare dell'utenza, uguali a quelli del documento esibito;
" Indirizzo dell'utenza compreso nel territorio del quartiere:
" Periodo di fatturazione immediatamente precedente a quello dell'elezione o della candidatura. 

Ogni cittadino che intenda candidarsi deve trasmettere la propria candidatura all’indirizzo mail cdqpontedinona@gmail.com entro e non oltre il 3 novembre 2012, dichiarando la propria volontà di candidarsi e indicando nome, cognome e indirizzo di residenza o di domicilio. 
La convalida dei candidati avverrà prima di procedere alle operazioni di voto. I candidati devono presentarsi entro le ore 9.30 del 10 novembre 2012, pena la decadenza della candidatura, muniti della documentazione attestante la propria identità e il proprio diritto di candidatura. Possono presenziare alle operazioni di convalida delle candidature, tutti i candidati.

il 10 novembre elezioni del direttivo!



Il Comitato di quartiere è nato a febbraio di quest’anno proprio da un gruppo Facebook, nato per discutere delle problematiche del quartiere. Prima un sondaggio on line sulla volontà di costituire un comitato, poi finalmente un incontro aperto a tutti al Bar Movida, per conoscerci e per far partire il comitato, quindi la sottoscrizione dell’atto costitutivo. Attualmente il direttivo è formato proprio dai soci promotori e costituenti che si incontrarono nel bar, Bruno Foresti, Roberto Battistoni, Antonella Pipieri, Francesco Ortolani, Elisa Cherubini, Carmine D'Anzica, più Francesco Gargiuoli che era l’unico “superstite” del vecchio comitato e che ci sembrava giusto coinvolgere per creare un'unica realtà rappresentativa nel nostro territorio. Poi il direttivo elesse Presidente Bruno Foresti, così come fece con Roberto Battistoni ed Antonella Pipieri, rispettivamente Vice Presidente e Segretario. Da Febbraio abbiamo posto in essere molte attività documentate su questo siti: esposti, segnalazioni, incontri con i politici, eventi di pulizia del parco parco. Soprattutto siamo stati in prima linea sulla questione scuole con l’organizzazione insieme al comitato di Colle degli abeti, di due assemblee pubbliche.

Ora, tuttavia, è giunto il momento di fare un passo avanti, anzi due.
E’ giunto il momento di legittimare il direttivo del Comitato auto-costituitosi con PUBBLICHE ELEZIONI, e di allargare il direttivo a 11 membri, come vuole il nostro statuto. Pertanto tutti i cittadini di Nuova Ponte di Nona potranno candidarsi per diventare componenti del direttivo e partecipare alle elezioni.
Le elezioni si terranno sabato 10 Novembre, dalle ore 10.00 alle ore 16.00 alla rotonda del parco, mettendo a disposizione per tutta la giornata un seggio elettorale all'aperto, . Così ognuno potrà votare quando troverà un momento libero. 

LA VOSTRA PARTECIPAZIONE ALLA GIORNATA ELETTORALE E’ FONDAMENTALE per tenete in piedi un comitato nel nostro quartiere. Se a votare vanno in 15 persone il Comitato di quartiere non avrebbe il peso per andare a parlare con i politici in rappresentanza del territorio. Non avrebbe la forza per organizzare manifestazioni e forme di protesta che molte persone ci chiedono. A quel punto chiuderemo baracca e burattini. Tutti gli abitanti del quartiere sono chiamati a votare e a coinvolgere mediante volantinaggio e passaparola le altre persone. 

Speriamo che il momento delle elezioni sia un momento di incontro, per conoscerci di persona. Spero anche che le elezioni siano il momento per accogliere altri volenterosi nel direttivo. Prima di organizzare manifestazioni, forme di protesta, eventi più ludici riteniamo indispensabile fare questo passo che non è solo un momento formale ma un momenti di partecipazione collettiva. QUINDI SABATO 10 NOVEMBRE TUTTI A VOTARE NELLA ROTONDA DEL PARCO

sabato 13 ottobre 2012

Mamme laboriose: festa di halloween al Casale rosso


Una festa per i più piccini! Organizzata al Casale Rosso dall'associazione mamme laboriose...non mancate!

mercoledì 26 settembre 2012

Impianto di irrigazione del parco e staccionate rotte

Ricordate fino a qualche anno fa il Parco di Ponte di Nona? Era gestito dal Consorzio (cioè i costruttori che allora ancora dovevano vendere case) ed era impeccabile. Ovviamente era un veicolo pubblicitario importante alla vendita di abitazioni. L'erba era sempre tagliata e sempre verde. Ricordiamo che Il parco attrezzato è stato costruito con gli oneri  a scomputo. Ma con gli oneri a scomputo è stato costruito anche un impianto di irrigazione. 
Già da qualche anno il parco è passato in mano al Comune di Roma, servizio giardini. 
Se tale servizio ogni tanto  si  degna di tagliare l'erba quando già è altissima, l'impianto di irrigazione, pagato a caro prezzo dal Comune (gli oneri  a scomputo sono sempre soldi pubblici) non ha mai funzionato. Durante la stagione calda l'erba irrimediabilmente si secca. E' un peccato, perché sembrerebbe che si tratti soli di un guasto all'impianto elettrico.

Da noi il Comune, almeno fino a quest'anno (ma su questo argomento dedicheremo un altro intervento), si doveva occupare solo di quel parco. Per la manutenzione di strade ci pensava il Consorzio. E non è stato in grado di farlo, almeno fino ad adesso, evidentemente. Sprecando una risorsa messa a disposizione con la costruzione del nostro bel quartiere in base alla Convenzione urbanistica.

Inoltre all'entrata del parco all'altezza della rotatoria che conduce a Via Ponte di Nona ci sono delle staccionate in legno ormai ammalorate e pericolose.

Il Comitato di quartiere ha effettuato un esposto al Servizio Giardini del Comune affinché si interessi della questione.

Senza nessun motivo di polemica, ma solo per perseguire il bene comune, confidiamo che l'attuale amministrazione comunale risolvi il problema.

lunedì 24 settembre 2012

Aspettando che affrontino l'emergenza scuole....


....vi aggiorniamo sulla situazione.
Per quanto riguarda i nidi, se prosegue celermente la costruzione del nido vicino al centro commerciale, i lavori (per la costruzione di una cucina!) per il nido Oscar Romerovanno a rilento. Nido che servirebbe come il pane per il nostro quadrante. Peraltro si tratta di un asilo già finanziato in tutto, perché già presente in bilancio.  I lavori di sistemazione della cucina iniziati alla chiusura estiva, dovrebbero finire a metà ottobre. Gli arredi sono già stati ordinati.
All'ufficio scuola del Municipio VIII ancora non hanno stabilito quale sarà la modalità di assegnazione. Potrebbero attingere dalla graduatoria esistente chiedendo la disponibilità ai genitori. Metodo che non brilla in trasparenza ma sicuramente più celere. In realtà sul sito del Comune di Roma c'è una notzia che fa riferimento ad un mini bando per l'assegnazione dei posti attualmente disponibili in tutti i nidi...Forse potrebbe rientrarvi anche questo? 

Per la scuole materne attendiamo il bilancio. Lì si dovrebbe sapere se il Comune ha tenuto conto delle esigenze del nostro territorio. Attendiamo il bilancio con ansia.

Per quanto riguarda le primarie, l'IC Nuovo ponte di nona ha formalizzato l'emergenza classi per il prossimo anno,  facendo alcune proposte. In particolare, abbiamo ricevuto per conoscenza la Comunicazione dell'IC Ponte di nona con la quale ha chiesto, per l'anno scolastico 2013/2014 di utilizzare le aule a Corbellini che attualmente ospitano una scuola dell'infanzia che fa capo ad un altro istituto comprensivo.  l'IC Ponte di nona nuovo propone di spostare la scuole dell'infanzia attualmente ospitata a Corbellini  nelle aule vuote di Prampolini.

Il Comitato di quartiere, ritenendo che anche le aule di Corbellini serviranno alle esigenze di quell’istituto, per le scuole medie ed elementari, nel  prossimo futuro ha scritto al Municipio chiedendo:
-di risolvere l’emergenza almeno per i prossimi due anni scolastici, individuano le aule dove potranno tenersi le lezioni
- di farsi parte attiva presso il Sindaco rappresentando l’urgenza del problema per finanziare in questo bilancio un nuovo istituto scolastico nel nostro territorio, in particolare a Colle degli Abeti, totalmente privo di plessi scolastici.
-  di affrontare immediatamente il problema, per risolverlo per tempo
Il Comitato ha dichiarato sin da subito che si opporrà a qualsiasi soluzione (paventata da alcuni ) che potrebbe comportare la chiusura di una scuola materna nel nostro quartiere, visti i numeri spaventosi delle liste di attesa delle scuole materne in questione.
Infine il Comitato ha suggerito di convocare con urgenza i dirigenti scolastici per analizzare la situazione  ed effettuare le opportuneverifiche e unitamente ( se lo si ritiene opportuno)a due rappresentati del nostro Comitato.

La nota è del 18 luglio ma non ha ricevuto riscontro
Alla prossima puntata, sperando di avere buone notizie.

Soppressione fermate fr2: problemi per gli studenti del quartiere




In molte corse mattutine della linea FR2 Lunghezza Tiburtina,  le fermate Serenissima e a Tor sapienza sono state soppresse. Fermate utilizzate da studenti per raggiungere il liceo.
Ci scrivono. E noi come Comitato divulghiamo a tutti la problematica e scriveremo alle sedi competenti. Ma al di là della problematica contingente, per quanto grave, delle fermate soppresse sarebbe il caso che gli amministratori presenti e futuri inizino a programmare la costruzione anche di scuole superiori. Fino ad adesso c'è stata poca lungimiranza nella programmazione di strutture scolastiche. Ma almeno per le superiori si può rimediare, per non arrivare tra una decina d'anni all'emergenza anche in questo ambito. Dieci anni? Sì, avete letto bene. Bisogna pensarci dieci anni prima e almeno a  Castelverde ci sono riusciti. Dieci anni fa è stata programmata la costruzione di una scuola superiore. Quest'anno è stata inaugurata.


Gentile sig. Bruno Foresti,
Mi chiamo ........, padre di .......che frequenta il liceo classico Benedetto da Norcia in via Anagni e abito nel quartiere Ponte di Nona, in Via ...........
Come presidente del comitato di quartiere Ponte di Nona, voglio porre alla sua cortese attenzione un problema che da quest'anno ha notevolmente penalizzato i ragazzi che abitano nel quartiere stesso.
Come lei già saprà, i, da quest'anno la linea ferroviaria FR 2 ha subito delle modifiche nelle fermate comprese tra LUNGHEZZA e ROMA TIBURTINA.
E' stata soppressa la fermata di SERENISSIMA, dove sono presenti numerose scuole frequentate dai nostri ragazzi, per il treno delle 07.13 e quello delle 07.29.
Tutto questo, sembra, per agevolare i pendolari che devono raggiungere la stazione Tiburtina senza grossi ritardi.
I ragazzi, che lo scorso anno scendevano alla stazione SERENISSIMA, si trovano in una situazione di enorme difficoltà per raggiungere le rispettive scuole anche in considerazione del fatto che la linea ATAC 314 in quell'orario è prigioniera del traffico come centinaia di autovetture e non permette di arrivare in tempo a scuola dove l'inizio delle lezioni è previsto per le 08.00 - 08.15.
Il disagio dei pendolari è lo stesso disagio dei ragazzi che oltre ad essere studenti sono anch'essi pendolari e trovo inqualificabile che trenitalia al posto di aggiungere vagoni per limitare i ritardi tolga addirittura delle fermate negli orari strategici per scuola e lavoro. 


Gentile sig. Bruno Foresti, 
sono .............., le scrivo per segnalarle il problema della linea ferroviaria FR2 creatosi con la riapertura delle scuole. Sono madre di due ragazzi che frequentano l’istituto Giovanni XXIII a Tor Sapienza. Il primo giorno di scuola, i miei figli hanno appreso dai tabelloni digitali della stazione di Lunghezza che il treno n. 7503 delle 7:13 (treno che prendevano regolarmente lo scorso anno per arrivare a Tor Sapienza) non effettuava fermate intermedie fino a Roma Tiburtina. Da ricerche effettuate sul sito di Trenitalia ho potuto constatare che rispetto allo scorso mese di giugno ci sono anche altri due treni (n.7507 delle 7:48 e n.7509 delle 8:10) che partendo da Lunghezza arrivano direttamente a Tiburtina senza fermate intermedie. Inoltre il treno n. 24007 in partenza da Lunghezza alle 7:29 non ferma a Serenissima (dove frequentano istituti scolastici molti ragazzi residenti nel nostro quartiere).

Trovo assurda ed immotivata la scelta di Trenitalia di sopprimere le fermate sopra citate in orari che consentono a decine di ragazzi di recarsi a scuola. Tale scelta si ripercuote sui genitori, causando problemi di organizzazione non indifferenti, e sul traffico locale, precludendo agli studenti la possibilità di utilizzare altri mezzi di trasporto che percorrono via Collatina (linee ATAC 314 e 075) per via della matematica certezza di rimanere bloccati nel traffico e non rispettare l’orario di inizio delle lezioni (come accaduto i primi giorni).

Designazione cariche di Presidenza Direttivo del CdQ

P.R. CDQ: Facendo seguito l’esito delle votazioni del Consiglio Direttivo del Comitato di quartiere  ‘Nuova Ponte di Nona’  dello scorso ...