giovedì 12 luglio 2012

Il punto della situazione sulle scuole dopo l'assemblea



A seguito dell’assemblea del 18 maggio scorso, il 10 luglio I Comitati di quartiere Nuova Ponte di Nona  e Colle degli Abeti hanno nuovamente convocato i politici e i cittadini per fare il punto sulla situazione sull’emergenza scuola nel quadrante ad EST della Capitale
Nella scorsa assemblea era emersa la carenza di asili nido, materne e strutture per le scuole primarie. 
I Comitati in quella occasione e in incontri successivi avevano fatto le seguenti richieste.
Per quanto riguarda i nidi, apertura dell’asilo nido Oscar Romero a Ponte di nona Vecchia; partenza dei lavori dell’asilo nido previsto dalla Convenzione urbanistica M2 Lunghezza ponte di nona. Apertura dell’asilo nido di largo Rotello
Per quanto riguarda le scuole dell’infanzia (materne), costruzione di una materna a Colle degli abeti. Per l’emergenza, utilizzo di 4 aule del plesso scolastico di Via Prampolini, attualmente inutilizzate.
Per quanto riguarda la scuola primaria (elementari), necessità, per l’anno scolastico 2013-2014 di reperire cinque aule per le classi prime.
A seguito dell’assemblea del 18 maggio, si sono susseguiti numerosi incontri e contatti telefonici tra i comitati, il Presidente della Commissione urbanistica, Marco Di Cosimo e lo staff di De Palo. Il Sindaco Alemanno è stato direttamente interessato della questione in riunioni dedicate allo specifico tema. Collaborazione è giunta anche dal Consigliere Comunale del Pd Dario Nanni, mediante sopralluoghi alla scuola Prampolini, lettere all’assessore De Palo sul reperimento di locali destinati all’Ater e ordini del giorno al Consiglio Comunale sulla costruzione di scuole a Colle degli Abeti.
All’assemblea del 10 luglio, si è cercato di fare il punto della situazione su quello che è stato fatto e sulle problematiche irrisolte. Hanno partecipato, in rappresentanza della maggioranza che governa il Municipio VIII, il Presidente del Consiglio Municipale Marco Dari,  il Presidente della Commissione Bilancio, Massimo Mancuso. Per l’opposizione del Municipio VIII, il capogruppo del PD Fabrizio Scorzoni, i Consiglieri Daniele Grasso e Fabrizio Cremonesi. L'Assessore De Palo e la Colosimo ci hanno avvisato che non avrebbero potuto partecipare per impegni precedentemente presi. 

Di seguito, le notizie emerse nell'assemblea.

ASILI NIDO
Per quanto riguarda i nidi, le notizie sono positive. Di Cosimo ci ha riferito che si è finalmente sbloccata la situazione all’Oscar Romero e sono iniziati i lavori per mettere la cucina. L’asilo nido potrebbe partire a settembre. Ancora non è dato sapere sulle modalità di assegnazione dei posti. In questo senso il Municipio VIII si deve attivare con urgenza per risolvere le pratiche amministrative dirette all’assegnazione dei posti. In ogni caso l’asilo è già messo in bilancio e quindi la sua attivazione è data per certa. Inoltre, proprio in questi giorni sono partiti i lavori per la costruzione di un altro asilo nido comunale vicino al centro commerciale Roma EST, che avevamo richiesto nella scorsa riunione. L’impresa costruttrice si è impegnata per finire i lavori ad aprile 2013.

MATERNE
Pe quanto riguarda le materne, invece, la questione è complessa. L’emergenza di quest’anno e molto probabilmente anche dell’anno prossimo purtroppo è di difficile risoluzione. Per quest’anno si era pensato alle 4 aule di Via Prampolini attualmente vuote. Tuttavia, è emerso che quelle aule fra un paio di anni serviranno agli alunni dell’IC Nuovo ponte di nona Vecchio. Il modo per risolvere l’emergenza almeno l’anno prossimo sarebbe il finanziamento di una scuola prefabbricata di ultima generazione che richiede un minor tempo di costruzione. La notizia positiva è che Di Cosimo si è impegnato a costruire una materna a Colle degli abeti come opera a scomputo, convincendo Caltagirone a costruire la scuola invece di una strada prevista.  Tuttavia, formalmente il costruttore ancora non ha aderito ma se non costruirà la scuola direttamente dovrà versare gli oneri al Comune. La questione quindi ancora non è definita.  Inoltre si è impegnato a far aprire una materna a settembre a Castelverde, non dando per certo l’apertura a settembre perché ancora devono essere completati alcuni lavori. 

Sulle strutture scolastiche a Castelverde (scuola materna ed elementare) Scorzoni, nel suo intervento, ha voluto chiarire che in realtà a settembre certamente non potrà aprire nessuna struttura, per i tempi necessari ad espletare tutte le pratiche.

SCUOLA PRIMARIA
Per le elementari arriva la vera nota dolente. Perché si tratta di scuola dell’obbligo.  Per l’anno scolastico 2013/2014 la vicepreside Moscioni ha affermato checi saranno a disposizione, nell’IC Nuovo Ponte di nona solamente 5 aule, a fronte di una esigenza che presumibilmente si attesterà intorno alle 10 aule. L'IC Ponte di nona Vecchio-Lunghezza  ha alcune aule libere ma a detta del Preside Raso saranno riempite certamente dalle scuole medie nel giro di tre anni. E Poi che si farà?
Compito degli amministratori sarebbe stato quello di finanziare una scuola elementare a Colle degli abeti.  Ma il Comune di Roma non ha i soldi, ci è stato risposto. In ogni caso, Compito degli amministratori e delle istituzioni sarà quello di capire come potrà sopperire a questa importantissima esigenza. Sin sa subito.

La cartina di tornasole, per le strutture da costruire, sarà il bilancio. E poi aspetteremo settembre, per vedere se quali scuole e nidi. Per conto nostro continueremo a vigilare sulla vicenda e a riferire ai cittadini sugli ulteriori sviluppi.

Una nota infine: siamo un unico quadrante noi di Ponte di nona e Colle degli abeti, con Castelverde e Villaggio prenestino? Da un certo punto di vista è così:  se a Castelverde o Villaggio prenestino non  hanno servizi scolastici, si  servono da noi: per loro siamo un quartiere di passaggio verso il centro, dove la gran parte dei cittadini lavora. Ma la corrispondenza non è biunivoca. Noi non possiamo andare a Castelverde  ad accompagnare i nostri figli a scuola per poi andare in centro: 5 km ad andare e 5 km a tornare in strade trafficate. 10 km di traffico,(45 minuti di auto)  per accompagnare i nostri figli a scuola e poi andare al centro a lavorare, facendone come minimo altri 15 km? E’ impensabile.

E' necessario costruire scuole. Subito!



Acr Ponte di nona: prima festa del quartiere

L'associazione culturale ricreativa Ponte di nona propone, per il primo di luglio,  la prima festa del quartiere 10:00  – apertura s...